RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Come mangiavamo: scopriamolo a “Preistoria del cibo”

Più informazioni su

The way we were…eating, come mangiavamo. Quando andavamo in giro coperti di pelli, quando costruivamo capanne su palafitte e inventavamo l’aratro, quando ci lanciavamo all’assalto con le spade di bronzo. Se a Milano Expo 2015 fa il punto sul presente e sul futuro dell’alimentazione, del suo passato remoto si parla a Roma, per cinque giorni da lunedì 5 a venerdì 9 ottobre, tra Musei Capitolini, Casa dell’Architettura e Museo Pigorini all’Eur.

La cinque giorni si chiama Preistoria del cibo e costituisce la 50ma riunione annuale dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria (IIPP), dunque gli stati generali nazionali di archeologi, antropologi, paleo-botanici, archeo-zoologi (coadiuvati stavolta dai nutrizionisti). Qui a Roma ne convergono oltre cento, per esplorare ogni aspetto del tema ‘cibo nell’antichità’, dal Paleolitico all’Età del Ferro e agli albori della storia, prevalentemente su suolo italico ma con riferimenti (inevitabili) al vicino Oriente, là dove la protostoria ha camminato più velocemente e ha generato le prime civiltà.

Un mix di dibattiti specialistici e incontri per il grande pubblico, con il via il 5 ai Musei Capitolini (sala Pietro da Cortona), il prosieguo il 6-7-8 alla Casa dell’Architettura all’Esquilino (piazza Manfredo Fanti 47) e l’epilogo al Museo Preistorico Etnografico Pigorini (piazza Guglielmo Marconi 14). Le conferenze per tutti – divulgative ma scientificamente robuste, dai temi molteplici e davvero ghiotti – sono nel pomeriggio, a ingresso libero, nelle stesse sedi (5/10 Musei Capitolini, 6-7-8/10 Casa dell’Architettura).

Nel corso del meeting vengono presentate nuove ricerche e relativi risultati, con l’intento di sviluppare un approccio multidisciplinare al tema. Obiettivo dichiarato, illustrare la ricchezza e la varietà delle ‘risposte’ che le prime comunità umane diedero al problema dell’alimentazione e del ciclo alimentare.

Quattro le sessioni scientifiche: 1) importanza della dieta per lo sviluppo e la salute degli esseri umani; 2) relazione tra ambiente e risorse alimentari; 3) modalità e tecniche di produzione e preparazione degli alimenti; 4) valore sociale e rituale del consumo di cibi e bevande.

Il convegno, promosso dall’IIPP, è organizzato in collaborazione con Roma Capitale (Sovrintendenza Beni Culturali) e con il MIBACT – Polo Regionale del Lazio – Museo Preistorico Luigi Pigorini. Programma in dettaglio (parte scientifica e incontri aperti) e ogni informazione su www.preistoriadelcibo.it.

 

Più informazioni su