Pregiudicato ucciso da un finto fattorino

Scritto da redazione on . Postato in Rassegna Stampa

CRONACA DI ROMA – “Sgambone” ucciso davanti alla porta di casa dove era detenuto agli arresti domiciliari. 34enne detenuto per per rapina ma con un passato da narcotrafficante di cocaina.

E’ stato probabilmente un regolamento di conti maturato nell’ambito dello spaccio di droga, è avvenuta nel quartiere di Casalotti, nel comprensorio “Borgo Colle Monastero” residence di extra lusso in via Giuseppe Lazzari.

Come leggiamo dalla Repubblica “Stando alle testimonianze raccolte dalla sezione omicidi del nucleo investigativo dei carabinieri di via In Selci diretti da Salvatore Cagnazzo e coordinati dal colonnello Lorenzo Sabbatino, ieri mattina poco dopo mezzogiorno il killer sarebbe arrivato a bordo di uno scooter bianco. Al vigilantes che aziona la sbarra d’accesso all’area abitata l’uomo avrebbe detto di essere un ufficiale giudiziario che doveva notificare un atto.”

“Il sicario ha estratto un pistola calibro 9×21. Quando l’uomo è uscito lo ha ucciso con sette colpi tutti che lo hanno raggiunto agli organi vitali. Con la stessa disinvoltura con cui era arrivato, il killer è risalito a bordo della moto ed è scomparso nel nulla dopo essere ripassato davanti alla guardiola.”

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.