Genoa-Roma, i giallorossi vincono la battaglia di Marassi

GENOA-ROMA – Inizia nel migliore dei modi il 2017 della Roma. Con una vittoria importante quanto sofferta i giallorossi portano via da Genoa tre punti preziosissimi. A decidere il match un autogol di Armando Izzo allo scadere del primo tempo. Vittoria sofferta si, ma meritata per la Roma che comunque non ha concesso occasioni al Genoa di Juric.

Genoa-Roma, Spalletti conferma la difesa a 3

Genoa-Roma, i giallorossi vincono la battaglia di Marassi

Genoa-Roma, i giallorossi vincono la battaglia di Marassi

In avvio Spalletti decide di confermare la difesa a con Juan Jesus al posto di un convalescente Manolas e Bruno Peres ed Emerson Palmieri sulle corsie esterne. Per il resto tutto confermato rispetto all’ultima uscita con il Chievo eccenzion fatta per Perotti che vince il ballottaggio con El Shaarawy.

Il Genoa risponde con il consueto schieramento molto aggressivo e con il tridente leggero formato da Ninkovic, Simeone e Ocampos. La Roma parte molto bene e fa capire che vuole portare via l’intera posta senza lasciarsi impaurire da Marassi e dal pressing alto degli uomini di Juric. Ad andare vicino al gol è Dzeko che dopo pochi minuti impegna severamente Perin.

Il portiere di Latina poi nel corso dell’azione si infortuna al ginocchio e deve abbandonare il terreno di gioco in favore del secondo Lamanna. Il copione non cambia con la Roma a fare la partita ed il Genoa che prova a impensierire la Roma ma senza rendere mai la vita difficile a Szczesny che deve solo intervenire in un occasione su una punizione velenosa di Ninkovic.

Gli uomini di Spalletti creano molto e sprecano altrettanto fino al 36′ quando trova il gol nel modo più “brutto” possibile: Azione insisti della Roma in area genoana, la palla arriva a Bruno Peres che scarica di destro un diagonale che sbatte su Izzo e si infila alla spalle di Lamanna. La prima frazione si conclude così 0-1 per la Roma in maniera più che meritata.

GENOA-ROMA, DZEKO COLPISCE UN PALO NELLA RIPRESA

Nel secondo tempo la Roma mantiene lo stesso atteggiamento senza perdere metri e rimanendo alta ed aggressiva, ripagando con la stessa moneta la squadra rossoblù che fa proprio dello scontro fisico una sua dote importante. La squadra di Spalletti gestisce il match grazie ad una difesa granitica guidata da Federico Fazio supportato ottimamente da Rudiger e da un ottimo Juan Jesus.

I giallorossi non soffrono ma anzi vanno vicini allo 0-2 con Edin Dzeko che su cross dalla destra di Nainggolan brucia Burdisso colpendo il palo con una deviazione volante. Juric prova a gettare nella mischia anche il neo acquisto Pinilla per dare peso all’attacco genoano, ma senza creare occasioni.

Solo nel finale il Genoa con Ocampos va vicino al pari con una girata meravigliosa che trova un super Szczesny che salva la Roma. I minuti finali vedono una Roma matura che gestisce il pallone lontano dalla propria porta sfruttando la forza fisica di Rudiger, Dzeko e la tecnica di Paredes entrato al posto di un esausto Nainggolan (ancora oggi uno dei migliori) e anzi colleziona un paio di potenziali occasioni da gol.

La Roma quindi si prende tre punti pesanti che le permettono di arrivare momentaneamente ad un punto dalla Juventus (i bianconeri hanno due partite in meno) e staccare nuovamente il Napoli nella corsa per il secondo, preziosissimo, posto. Non c’è che dire il 2017 romanista non poteva che iniziare nel migliore dei modi.

Massimiliano Guerra