RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

AS Roma: via al cammino in Europa League, attenzione all’Istanbul dei tanti volti noti

Roma – Comincia l’avventura europea della Roma, inserita nel gruppo J di Europa League insieme ai tedesci del Borussia Moenchengladbach, gli austriaci del Wolfsberg e i turchi dell’ Istanbul Başakşehir. Proprio questi ultimi saranno i rivali del primo appuntamento, in programma questa sera allo stadio Olimpico di Roma alle ore 21.
L’imperativo per gli uomini di Fonseca è quello di partire con il piede giusto e soprattutto bissare il successo arrivato domenica scorsa in campionato contro il Sassuolo, primo della stagione. Quella di oggi sarà la quarta gara consecutiva giocata tra le mura amiche, considerando anche il derby in cui formalmente la padrona di casa è stata la Lazio. Questo fattore dovrà essere trascinato a proprio vantaggio dai giallorossi, che negli ultimi 2 anni hanno fatto del catino casalingo un vero e proprio fortino: in 10 apparizioni sono stati ben 8 i successi, a fronte di un pareggio e una sola sconfitta.
Contro la ex squadra di Cengiz Under, assente per infortunio, si tratta invece del primo scontro in assoluto tra le due compagini.

Qui Roma

Oltre ai lungodegenti Under, Perotti e Zappacosta non sarà della gara nemmeno Chris Smalling, costretto a rimandare l’appuntamento con l’esordio in maglia romanista.
Paulo Fonseca, dovendo pensare anche al prossimo impegno di campionato di domenica prossima, farà qualche cambio rispetto agli 11 che hanno battuto il Sassuolo 4-2.

Se Florenzi sarà costretto a scendere in campo confutando l’infortunio di Zappacosta, Kolarov potrà tirare il fiato lasciando spazio a Spinazzola. La coppia di centrali invece vedrà il ritorno del duo Fazio-Juan Jesus, che hanno più di qualcosina da farsi perdonare.
In mediana, dopo l’ottima prestazione all’esordio, Veretout verrà confermato titolare. Affianco del francese ci sarà invece Diawara, pronto a rilevare Bryan Cristante.

Novità importanti anche sulla trequarti: riecco infatti Nicolò Zaniolo, che verosimilmente sarà impiegato al centro tra Kluivert e Mkhitaryan. Davanti, invece, difficile l’impiego dall’inizio di Kalinic. Il croato non è ancora al 100% della condizione fisica ideale, il che costringerà Dzeko agli straordinari. Tuttavia non è escluso un inserimento a partita in corso per l’ex Fiorentina.

Roma 4-2-3-1: Pau Lopez; Florenzi-Fazio-Juan Jesus-Spinazzola; Veretout-Diawara; Kluivert-Zaniolo-Mkhitaryan; Dzeko

Qui Istanbul Başakşehir

Tutta da scoprire, ma in realtà neanche troppo, la squadra allenata dalla vecchia conoscenza del calcio italiano Okan Buruk. Il tecnico turco militò nelle fila dell’Inter tra il 2001 e il 2004, unica esperienza lontano dalla Patria. Ironia della sorte ha voluto che proprio Buruk, centrocampista alto 1 metro e 69 centimetri, segnò uno dei due gol realizzati in serie A alla Roma e, ancora più beffardamente, lo realizzò con un colpo di testa allo scadere (Roma-Inter 2-2 del 2002/2003).

Gli arancioblù non stanno veleggiando in acque molto tranquille nel rispettivo campionato. In 4 gare disputate in Super Lig sono state fin qui registrate due sconfitte, un pareggio e una vittoria, per un totale di 4 punti complessivi.
L’Istanbul Başakşehir può essere considerata una sorta di ‘seconda vita’ calcistica per moltissimi giocatori dal passato importante. Basti pensare a 2 su tutti: Robinho e Arda Turan. Il primo lo ricorderete per aver indossato tra le altre anche la maglietta del Milan, il secondo quella di Atletico Madrid e addirittura Barcellona. Ma non solo loro, perché tanti altri sono i volti noti in età avanzata: Skrtel (34 anni) con una mini parentesi all’Atalanta; Gael Clichy (34) in passato anche in orbita Roma; Mehmet Topal (33) con due anni di esperienza al Valencia; Gokhan Inler (35) che ha militato all’Udinese e al Napoli; l’ex Chelsea Demba Ba (34).

Anche gli ospiti si presenteranno nella Capitale con un 4-2-3-1. Attenzione soprattutto a Enzo Crivelli, attaccante francese di 24 anni. Il centravanti è arrivato questa estate in Turchia dopo il presito al Caen ed è già andato segno una volta in 3 apparizioni. Alle spalle del transalpino Robinho sarà il cliente più scomodo per il terzino destro giallorosso, mentre assieme al brasiliano agiranno anche Visca e Aleksic. In difesa a protezione di Gunok, il quartetto di difensori vedrà da destra a sinistra Caicara, Epureanu, Skrtel e Clichy. Infine, i due mediani saranno Tekmedir e Topal.

Istanbul Başakşehir 4-2-3-1: Gunok; Caicara-Epureanu-Skrtel-Clichy; Tekmedir-Topal; Visca-Aleksic-Robinho; Crivelli

Massimiliano Sciarra