RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Buona la terza: alla Roma basta un tempo per piegare il Sassuolo

Roma – Prima vittoria per la Roma targata Paulo Fonseca. Allo stadio Olimpico ‘frullato’ via il Sassuolo grazie ad un primo tempo sontuoso. Le reti di Cristante, Dzeko, Mhkitaryan e Kluivert registrano i primi 3 punti della stagione, 5 totali dopo tre giornate e fanno felici i tanti tifosi sopraggiunti sugli spalti.
Nella ripresa la sagra del palo, con altri 3 legni colti dopo il paio nel derby. Il Sassuolo reagisce tardivamente e segna due volte con Berardi: prima con una punizione d’antologia, poi sfruttando le ancora presenti amnesia difensive, che questa volta non hanno però sortito danni ai fini del risultato conclusivo.

Azzeccata la mossa di avanzare Pellegrini come trequartista e affiancare Cristante da Veretout in mediana. Ottimo l’asse italo-francese, con il transalpino che può ritenersi soddisfatto del primo approccio in maglia giallorossa. L’impiego di quest’ultimo ha dato più sicurezza allo stesso Cristante, meno farraginoso di altre volte e più tranquillo in fase d’interdizione.
Parlavamo di Pellegrini: il ruolo di trequartista, frapposto tra Kluivert e Mhkitaryan, sembra calzare a misura per lui. Verticalizzazioni, tiri in porta e passaggi col goniometro. Al classe 1996 è mancato solo il gol, fermato dal montante che ha rimandato la prima realizzazione dell’anno.

Soddisfacente pure l’esordio di Hernik Mkhitaryan, a bersaglio al 22esimo proprio imbeccato da un filtrante millimetrico di Lorenzo Pellegrini. Per l’armeno 90 minuti di qualità e intensità al servizio della squadra, schierato a sinistra nei 3 dietro la prima punta Dzeko. Dzeko che ha trovato il raddoppio pochi minuti prima, realizzando da pochi passi il 2° gol stagionale e che ha colto la trasversale superiore della porta nella ripresa, sfiorando la personale doppietta.

Ancora tanto lavoro da fare davanti Pau Lopez. Il portiere spagnolo non può nulla sul piazzato di Berardi da palla inattiva né sulla doppietta dell’accante emiliano, bravo ad impattare di prima intenzione un assist di Obiang ‘velato’ da Caputo.
Qualche brivido finale che avrebbe potuto complicare ulteriormente i piani ma al triplice fischio di Chiffi può essere messo a referto il successo.
Prossimo appuntamento giovedì, quando all’Olimpico arriverà l’Istanbul Başakşehir per l’esordio nel girone d’Europa League. Ma questa è un’altra storia.

Massimiliano Sciarra