Quantcast

Le rubriche di RomaDailyNews - OPS - Opinioni politicamente scorrette - di Arrigo d'Armiento

Ci stanno trasformando in uccelli in gabbia

Più informazioni su

    Ci stanno trasformando in uccelli in gabbia –

    Ho trovato su Facebook questa citazione anonima che merita il posto d’onore su OPS!

    “Sapete perché hanno imposto il divieto di comprare la birra nei supermercati dopo le 18?

    “No? Non lo sapete? Ve lo dico io.

    “Perché quando hanno imposto il casco per i motociclisti voi avete detto che è giusto. Come se il motociclista da solo non potesse decidere se usare un dispositivo per la sua sicurezza assumendosene la responsabilità. Lo Stato doveva imporlo.

    “Perché quando hanno imposto il divieto per un cittadino italiano di guidare un’auto con targa straniera, fregandosene del fatto che avete una patente valida in tutto il mondo, voi avete detto che è giusto. Come se il pericolo che lo stato incassasse qualche ingiusta tassa giustificasse la limitazione della vostra libertà di guidare la macchina di un vostro amico oppure di un vostro parente venuto a trovarvi da un paese straniero.

    “Perché quando hanno detto che i tuoi sudati guadagni non potevi spenderli in contanti e non potevi tenerli in casa, come fossero LORO E NON VOSTRI, voi avete detto che è giusto. In fondo lo Stato ha il diritto di decidere come potete spendere i vostri risparmi altrimenti magari compri da chi vuoi e quello che vuoi e lui non guadagna dalle vostre transazioni. Val bene la pena perdere un po’ di libertà perché il sovrano possa incassare di più.

    “Perché quando hanno imposto al pizzaiolo di avere un permesso dallo Stato per fare le pizze voi avete detto che è giusto. Perché un pizzaiolo senza il controllo dello Stato poi magari chissà cosa vi fa mangiare. Voi da soli non siete in grado di andare a mangiare la pizza da Mario che è buona e di evitare di mangiarla da Salvatore che è pesante e poi bevete tutta la notte. Decidendo sulla vostra esperienza e sulle informazioni dei vostri amici cosi come facevano i vostri genitori e i vostri nonni per secoli.

    “Voi avete bisogno dello stato per sapere se una pizza è buona.

    “Ecco. Voi siete degli uccelli in gabbia, dei cagnolini ammaestrati che muovono la coda davanti al padrone. E il padrone quando vuole vi fa fare l’esercizio in cambio del biscottino. E poco importa se l’esercizio non serve a nulla come il divieto di comprare la birra al supermercato. Il suo è un esercizio di potere, una verifica per capire se può continuare a fare di voi ciò che vuole oppure se deve fare attenzione perché vi state stufando e il governante rischia di prendere il “morso” che gli fa perdere il potere.

    “Avete deciso per l’ennesima volta che l’ordine impartito è giusto. Preparatevi al prossimo esercizio e a dare la “zampetta”… in fondo lo Stato siete voi e quindi lo fate volentieri.

    “Consentitemi di dissentire e di considerarvi la mia rovina. Senza di voi sarei più libero”.

    L’ho copiato, ma potrei averlo scritto io. Sì, ci stanno trasformando in uccellini in gabbia, in cagnolini pronti a accettare tutto in cambio di un biscotto. Quando la gente si sveglierà dall’ipnosi delle chiacchiere in televisione, sarà troppo tardi per recuperare la libertà che avevamo e che era costata ai nostri genitori, ai nostri nonni, ai nostri antenati milioni di morti.

    Arrigo d’Armiento

    Più informazioni su