RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Grande cuore Roma ma con l’Inter è solo 2-2

Più informazioni su

Partita scoppiettante quella dell’Olimpico, dove l’Inter di Luciano Spalletti va in vantaggio per due volte grazie alle reti dell’ex laziale Keita al 37’ e di Icardi su calcio d’angolo al 66’, ma che viene poi rimontata in entrambi i casi da una Roma gagliarda e vogliosa, che segna prima con la bomba di Under da fuori area al 51’ e poi su calcio di rigore al 60’ con Kolarov, dopo il fallo di mano di Brozovic visto con il VAR.

Lo stesso VAR però che, come in tante altre occasioni, non ha visto purtroppo né concesso l’ennesimo rigore netto a favore dei giallorossi, giusto un minuto prima del primo vantaggio nerazzurro, per un fallo evidente di D’Ambrosio sul giovane Zaniolo, uncinato clamorosamente dal terzino dell’Inter, in quello che è un episodio che farà discutere sicuramente anche nei prossimi giorni.

Giusto in questo senso mandare una figura importante come quella del Capitano emerito Francesco Totti a parlare ai giornalisti per rimarcare la gravità di un errore del genere e gli ormai reiterati errori a sfavore della Roma, che al di là di tutto cominciano a essere troppi e decisamente fastidiosi. Napoli, SPAL, Fiorentina e adesso Inter, era decisamente il caso di intervenire.

Dal punto di vista della prestazione invece per la prima volta dopo tanto tempo ci si trova davanti una lunga serie di spunti positivi. Quella contro l’Inter è stata senza alcun dubbio una Roma di carattere, grintosa, a tratti anche con una buona manovra di gioco e che forse avrebbe meritato anche qualcosa in più per quello che si è visto in campo per quanto riguarda la grande mole di occasioni da gol create.

L’altro lato della medaglia però ci parla malauguratamente di una squadra sciupona e veramente poco lucida sotto porta… Si segna veramente a fatica e gli errori nell’ultima conclusione stanno cominciando a essere veramente troppi; urge assolutamente aggiustare un po’ la mira. Inoltre, ancora una volta la Roma ha palesato una fragilità difensiva decisamente grave se si vuole anche solo pensare di ottenere un qualunque tipo di risultato importante. E in questo senso il gol di Icardi, che salta completamente solo in area di rigore esattamente in mezzo ai due centrali Juan Jesus e Manolas, ne è un chiaro esempio…

Tra le tante note liete di questa serata da registrare anche il ritorno in campo dei lungo degenti Pastore e Perotti, subentrati nel finale di partita, e l’ennesima prestazione maiuscola del classe 99’ Zaniolo. Personalità, fisico e tanta qualità per un ragazzo che sembra già un veterano sia nelle movenze sia per la sua grande sicurezza.

L’appuntamento adesso è il 9 Dicembre, quando la Roma affronterà in trasferta il Cagliari alla Sardegna Arena, con il possibile ritorno del Capitano Daniele De Rossi. Importante, fondamentale, ripartire da tutto quello che di buono si è visto stasera. È un punto che purtroppo dal punto di vista della classifica non sposta più di tanto gli equilibri.

I giallorossi sono adesso settimi a pari punti con Parma e Sassuolo e a -5 dal quarto posto “Champions” di Milan e Lazio. Ma nonostante tutto, è probabilmente un punto preziosissimo soprattutto per il morale e che deve dare consapevolezza a una squadra che ancora una volta ha dimostrato di avere grandi potenzialità, spesso purtroppo inespresse. Il tempo è sempre meno, e c’è una rimonta importante da fare…

 

               Francesco Bastianini

Più informazioni su