RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Il calciomercato entra nel vivo: Spinazzola e Diawara ufficiali, forte pressing su Barella e Bartra

Roma – Il calciomercato ha aperto i suoi battenti ufficialmente solo da poche ore, ma è già entrato nel pieno della sua attività di compra-vendita. In casa Roma sono subito arrivati i primi comunicati sia in entrata che in uscita, preludio di una lunga estate sul fronte succitato.
A salutare, destinazione Torino e Napoli, sono stati Luca Pellegrini e Kostas Manolas. Il primo, dopo aver disputato un ottimo mondiale under 20 con la nazionale italiana, impiegato dal CT Nicolato nell’inedito ruolo di esterno alto d’attacco, approda alla corte della nuova Juventus targata Maurizio Sarri. Il classe 1999 si accasa in Piemonte per una cifra pari a 22 milioni di euro, ma già si vocifera un possibile prestito in quella Cagliari che lo ha potuto apprezzare nella seconda metà della scorsa stagione.
Il greco, invece, ha gradito la destinazione Napoli e si è trasferito in azzurro per un corrispettivo in euro pari a 36 milioni. Dopo 5 anni lascia così la Capitale, formando assieme a Koulibaly se non la più forte, una delle più forti coppie di centrali in serie A.

Per due partenti, due sono anche gli arrivi. Parliamo di Leonardo Spinazzola, prelevato dalla Juventus e Amadou Diawara, comprato dal Napoli.
Spinazzola approda a Trigoria dopo l’ultimo anno in bianconero, firmando un contratto fino al 2023. Qui ha potuto toccare con mano cosa voglia dire giocare in una grande squadra e, soprattutto, ha potuto esordire nella massima competizione europea per club: la Champions League.
Terzino sinistro polivalente, poiché all’occorrenza potrebbe anche essere schierato dalla parte opposta esatta del rettangolo di gioco, nasce a Foligno nel 1993. Ma è a Bergamo dove riesce ad esprimere il meglio di sé e a convincere la Juventus a regalarli la grande chance di laurearsi campione d’Italia. Oltre allo scudetto arriva anche la supercoppa Italiana, conquistata a Jeddah piegando il Milan per 1-0.

Amadou Diawara ha siglato un contratto con la Roma fino al 2024, grazie al versamento di 21 milioni di euro sul conto del Napoli. In questo momento il calciatore, 22 anni il prossimo 17 luglio, è impegnato nella coppa d’Africa e, assieme alla sua Guinea, ha ottenuto il pass per gli ottavi di finale della manifestazione grazie al piazzamento come miglior terza classificata.
Diawara in gergo calcistico verrebbe evidenziato come classico giocatore che fa ‘legna’. Mediano puro, facilmente collocabile nei 2 davanti alla difesa nel 4-2-3-1, modulo congeniale ai piani di Paulo Fonseca. L’ultima stagione in Campania non è stata delle più esaltanti, con sole 13 presenze all’attivo, complice anche un rapporto poco idilliaco con Carlo Ancelotti. Rendimento sicuramente superiore nei 2 anni con Maurizio Sarri e nella sua esperienza col Bologna, dove si scopre gran recupera palloni e uomo d’interdizione, dotato di un’ottima capacità d’impostazione dopo aver stoppato le ripartenze avversarie.

Da capire quali saranno ora le future mosse, soprattutto in entrata. Accordo totale col Cagliari per Barella, ma il giocatore gradirebbe di più un passaggio all’Inter. Continua in alternativa il pressing alla Fiorentina su Jordan Veretout, primo obiettivo in caso in cui il calciatore del Cagliari dovesse realmente declinare la proposta dei giallorossi.
Incessanti movimenti anche in difesa: Bartra, Mancini e Lyanco in cima alla lista del Ds Petrachi come eredi di Manolas, ma non è da escludere l’acquisto di almeno un paio di centrali. Sul fronte portiere: dalla Spagna si fanno insistenti le voci su Pau Lopez, estremo difensore del Betis Siviglia, mentre in attacco la pista Higuain potrebbe ben presto passare da suggestione a realtà, ma solo qualora il calciatore fosse disposto ad abbassarsi l’ingaggio e soprattutto dopo aver ceduto Edin Dzeko.

Massimiliano Sciarra