La Lazio batte il Brescia e il caldo: 2-0

Più informazioni su

    La Lazio batte il Brescia e il caldo: 2-0 –

    Diciamo la verità, tutta la verità: per la Lazio è stato più difficile battere il caldo che il Brescia. Giocare a pallone in luglio è sempre complicato, ma una giornata, una serata così calda, così afosa non ha certo aiutato il bel gioco all’Olimpico.

    Bisogna sportivamente riconoscere che il caldo non è stato un peso solo per i romani, anche le rondinelle hanno faticato a prendere il volo. L’unico bresciano a reggere bene le condizioni meteorologiche sahariane è stato, purtroppo per i biancocelesti, il portiere Andrenacci che ha detto no a tanti tentativi dei coraggiosi attaccanti di casa.

    È finita 2-0 con gol irresistibili di Correa al 17’ e di Immobile all’82’. Il portoghese ha avuto il giusto premio per una partita che lo ha visto sempre pronto, sempre al posto giusto al momento giusto, prontissimo a raccogliere e a sfruttare un assist di Immobile. Poi, ha fatto di tutto per rendere il favore a Ciro, riuscendoci all’82’ dopo diversi tentativi spentisi sul palo, o appena fuori, o sulle braccia di Andrenacci.

    Anche Luis Alberto, Milinkovic Savic, Lazzari hanno fatto il possibile per aiutare Immobile a segnare il gol che gli avrebbe fatto superare Lewandowski nella corsa alla Scarpa d’Oro. Ma la porta bresciana sembrava stregata e soltanto verso la fine della partita Ciro è riuscito a sciogliere l’incantesimo e a beffare il portiere stregone.

    Manca una sola partita alla fine del campionato. Sabato la Lazio sarà a Napoli e, nonostante le due squadre abbiano ormai ben poco da chiedere alla classifica, non sarà una passeggiata. È sempre il derby del centro-sud, Lazio e Napoli vogliono salutare con una vittoria un campionato che, senza la sospensione per il covid, avrebbe potuto regalare alle due squadre risultati migliori.

    Bruno Cossàr

    Più informazioni su