RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La Roma cade in Germania 2-1: il Monchengladbach segna al 95esimo

Più informazioni su

Roma – La Roma perde a Monchengladbach all’ultimo respiro e perde anche la vetta del gruppo J di Europa League. Al Borussia Park decide un’inzuccata al 95esimo del figlio d’arte Marcus Thuram. Termina 2-1 per i padroni di casa, che agganciano i giallorossi in graduatoria e in virtù anche del pareggio maturato all’andata operano lo scavalco per scontri diretti. A comandare il ragguppamento è ora il Basaksheir, corsaro in Austria per 3-0 e adesso in solitaria a 7 punti raccolti.

Fazio rompe gli equilibri. L’argentino sbaglia pali e porta i padroni di casa in vantaggio

Fonseca lascia a sorpresa Florenzi in panchina e preferisce Santon per sopperire all’assenza di Spinazzola. Per i restanti 10/10 di squadra sono gli stessi visti nel 2-1 di campionato contro il Napoli.
L’avvio di partita è soporifero, ridestato solamente da un colpo di testa a nome Zaniolo fuori di poco e un tiro sopra la traversa di Pau Lopez alto di un niente.
A rompere gli equilibri è però Federico Fazio in veste di goleador al rovescio. L’argentino non si accorge di essere libero in fase di disimpegno e, pensando di avere ben più pressione addosso, spinge goffamante alle spalle del suo portiere il cuoio del vantaggio per il Borussia.

Pastore e Smalling migliori in campo nelle fila giallorosse. Sommer nega l’eurogol al Flaco, l’inglese domina dietro

Gli spunti più interessanti per gli ospiti portano invece le generalità di Javier Pastore. Il Flaco vive un gran periodo di forma psico-fisica, come dimostrano i tanti spunti palla al piede. Da una sua percussione in area di rigore in mezzo a 3 difensori è solo Sommer a negargli l’eurogol.
Altro giocatore in stato di grazia è Chris Smalling. L’inglese ha letto alla perfezione qualsiasi pallone spiovesse dalle sue parti, denotando ancora una volta grande senso tattico e spirito battagliero.

Fazio si riscatta. Dopo l’autogol trova la rete nel sacco giusto riportando il match in equilibrio

Nella ripresa la Roma sembra scendere in campo con un altro piglio. Zaniolo mette in mostra i muscoli tenendo testa ai fisici e possenti giocatori tedeschi. Pastore continua ad inventare ma a mancare è solo il guizzo vincente. Al 64esimo nasce dalla caparbietà del trequartista la punizione che porta Fazio al pareggio. L’ex Palermo e PSG conquista il pallone e viene steso, lasciando a Kolarov il cross in area scodellato. Il sinistro del serbo trova il piedone di Fazio pronto a spingere la sfera in fondo al sacco, riscattando l’erroraccio del primo tempo e rimettendo le cose in parità perfetta.

Zaniolo e Pastore out, Under e Perotti in. Le scelte di Fonseca dettate dalla voglia di vincere

Con più di 20 minuti di tempo gli ospiti continuano a spingere, cercando il sorpasso e una serie ipoteca sulla qualificazione. Almeno un paio i contropiede sciupati dagli uomini di Fonseca, al quale forse va mossa la critica di aver sbagliato i due cambi decisivi. Al netto della stanchezza imperante, dettata dai tanti impegni ravvicinati, le sostituzioni di Zaniolo prima e Pastore poi non sono apparse come le mosse più azzeccate da fare col risultato da mantenere. Fonseca ha invece cercato la vittoria fino alla fine, mettendo Under e Perotti.

Thuram trova un gol inaspettato e gela la Roma e i romanisti. Prima vittoria per il Borussia a tempo scaduto

La scelta del portoghese ha sortito effetto opposto quando all’ultimo sussurro dell’ultimo minuto di recupero la palla in area di rigore sbatte sulla zucca di Thuram e va a morire alle spalle di Pau Lopez.
Doccia gelata per i tanti romanisti accorsi in Germania, freddati da un gol tanto bello quanto inaspettato. Nella ripresa il Borussia non aveva dato sensazione di poter trovare il raddoppio, ma è bastata una minima disattenzione per regalare la prima vittoria di questo girone ai nostri avversari, rinomati ormai per mandar di traverso la partita ai giallorossi a tempo quasi terminato.

Il 28 novembre prossimo di scena a Istanbul contro la capolista a sorpresa Basaksehir

Prossimo impegno in Europa League fissato per il 28 novembre a Istabul, allorquando i capitolini si giocheranno una fetta enorme di qualificazione in casa della capolista.

Massimiliano Sciarra

Più informazioni su