RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Lazio, per battere l’Inter basta un gol

Più informazioni su

Lazio, per battere l’Inter basta un gol –

Un gol, un gol solo, ma un bel gol di Milinkovic Savic che al 12’ ha girato nella porta di Handanovic un perfetto assist di Luis Alberto. E la partita è finita lì.

L’Inter ha provato a reagire, ma nel primo tempo più in preda alla tremarella che alla convinzione di poter recuperare. La Lazio ha dominato, e ha messo paura, per tutti i primi 45 minuti, sfiorando il raddoppio con Bastos e con Luis Alberto.

Al 27’ Correa è costretto a lasciare il posto a Caicedo per un problema muscolare. Peccato, aveva giocato bene fino a quel momento, beffando gli avversari che difficilmente riescono a prevedere le sue intenzioni. Ma Caicedo non lo ha fatto rimpiangere.

Il secondo tempo è tutto inutilmente dell’Inter, che domina il campo, che attacca continuamente anche se senza precisione e fantasia. La Lazio si difende con ordine e non pensa troppo a contrattaccare. Quando lo fa, usa una dose altissima di prudenza per difendere il vantaggio, rinunciando a dar troppo fastidio a Handanovic.

Spalletti, alla disperata, gioca addirittura la carta Nainggolan, antica bestia nera dei biancazzurri: un solo tiro, dritto in faccia a Strakosha, che para senza nemmeno smettere di masticare il chewing gum.

Mercoledì, l’Inter dovrà affrontare il Genoa nella tana dei rossoblù, mentre la Lazio farà visita, si spera non solo di cortesia, alla Spal.

Siamo sempre in zona Champions, con l’Inter che sente il fiato sul collo di Milan, Atalanta, Roma e Lazio, con i biancazzurri che oggi riprendono a respirare l’aria di Europa.

Bruno Cossàr

Più informazioni su