RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Lazio k.o. a Napoli: 2 pali, 2 gol annullati, 1 rigore sbagliato

Più informazioni su

Lazio k.o. a Napoli: 2 pali, 2 gol annullati, 1 rigore sbagliato –

Al Napoli è bastato il gol di Insigne al 2’ minuto del primo tempo, favorito dal sonno della difesa laziale, con Luis Felipe imbambolato e Strakosha invece pure. E la Lazio dice addio alla Coppa Italia, lasciando il posto alla squadra di Gattuso in gran ripresa.

Preso il gol all’inizio, nella “zona nera” biancazzurra in tante partite, la Lazio non è stata capace di pareggiare il conto negli ultimi minuti, in quella che ormai si chiama “zona Lazio”.

Eppure, per quasi tutta la partita, ha dominato contro una squadra che si è ben difesa e ha ben contrattaccato.

Hanno giocato alla pari, ma la sfortuna ha fatto il tifo per i romani decidendo le sorti della gara. Sì, sfortuna, come dovrei chiamarla? Un bel gol di Insigne favorito dal sonno della difesa laziale, due pali per parte, due gol annullati per fuorigioco di pochi centimetri a Immobile e a Acerbi, un rigore fallito da Ciro, scivolato proprio sul dischetto, un finale come al solito pirotecnico, col pallone che non ne ha voluto sapere di trovare la strada che porta alla rete.

Aggiungete che Ospina stavolta non si è impappinato, è stato attentissimo a non regalare palloni agli avversari. Poi, le espulsioni, una per parte, decretate dall’arbitro per due gialli a Hysaj, e per l’attimo di follia di Lucas Leiva che, non contento del primo cartellino, ha mandato a quel paese Massa costringendolo a tirare fuori il secondo, giallo e rosso.

La superiorità numerica della Lazio, che lasciava intravedere l’arrembaggio e sperare la rimonta e il successo, è durata in tutto sei minuti. Troppo pochi per intimorire i padroni di casa.

Decisivo nello scontro il campo del San Paolo, annaffiato, invece che con l’acqua, con quantità industriali di Cera Grey, secondo quanto si può ipotizzare vedendo i calciatori scivolare anche in momenti decisivi, come nel caso del rigore di Immobile.

Il Napoli conquista la semifinale di Coppa Italia. Il 23 febbraio, gara d’andata, se la vedrà con la vincente di Inter-Fiorentina. La Lazio dice addio alla Coppa, nessun problema, a Formello ne abbiamo tante, e si concentra sul campionato, con un po’ di rabbia in più.

Bruno Cossàr

Più informazioni su