RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Lazio, un gol, tre punti e secondo posto (per ora)

Più informazioni su

Lazio, un gol, tre punti e secondo posto (per ora) –

Alla Lazio è bastato il gol, un bel gol, di Caicedo al 41’ del primo tempo, per portare a casa tre punti che le consentono di scavalcare l’Inter al secondo posto, in attesa del risultato del derby di questa sera a San Siro, portandosi a un punto dalla capolista Juventus.

Quanta fatica! I biancocelesti avevano nelle gambe i novanta minuti di mercoledì con il Verona e gli undici (più i tre delle sostituzioni) e hanno dovuto affrontare un Parma nelle migliori condizioni, un Parma aggressivo e veloce con una difesa tra le più forti del campionato.

Ai romani è bastato un gol, ma non si può dire che si siano risparmiati nell’attaccare. Davanti si sono trovati difensori attenti e pronti, con un portiere che ha mostrato capacità notevoli e decisive.

Lo stesso si può dire della difesa laziale, con Strakosha sempre in vena di compiere miracoli e con Acerbi, Luiz Felipe e Patric veloci nel passare dal difendere all’impostare la ripartenza.

Il gol è arrivato al 41’. Il cross di Luis Alberto (sempre lui il migliore in campo nonostante abbia oggi mostrato un po’ di stanchezza) finisce nel mucchio davanti alla porta parmense. Hernani e Jacoponi pasticciano quel che basta a Caicedo per girare da due passi in porta punendo l’incolpevole Colombi.

I giocatori locali hanno protestato per un presunto tocco con le mani di Immobile, ma l’arbitro Di Bello e il Var non lo hanno visto e hanno convalidato il gol.

Al 57’ Lazzari ha sostituito Marusic, poi Correa al 62’ ha sostituito Caicedo, ammonito, e all’82’ Cataldi ha sostituito Lucas Leiva anche lui ammonito e apparso ormai molto stanco.

I nuovi entrati hanno dato nuovo vigore alla Lazio, senza tuttavia riuscire a sfondare il fronte difensivo del Parma.

Bene, nel gioco del calcio contano i tre punti e, se si ottengono con solo un gol, sempre tre punti sono. Quindi, sorpasso momentaneo (Milan, pensaci tu!) dell’Inter e fiato sul collo della Juve che ha ora un solo punto di vantaggio. A proposito, dimenticavo: la vittoria della Lazio è il diciottesimo risultato utile consecutivo in questo campionato. Se vi pare poco…

Bruno Cossàr

Più informazioni su