Quantcast

Le rubriche di RomaDailyNews - OPS - Opinioni politicamente scorrette - di Arrigo d'Armiento

Non mi fido del vaccino del dottor Dulcamara

Più informazioni su

    Non mi fido del vaccino del dottor Dulcamara –

    Non mi fido di questi vaccini. Che si trattava di vaccini (in realtà terapie geniche) sperimentali era chiaro dall’inizio. La mia prima reazione è stata: se sono sperimentali, me li farò quando li avranno sperimentati.

    Già sapevo, da anni, che per autorizzare un vaccino occorreva sperimentarlo per due o tre anni, mentre per autorizzare un farmaco il procedimento era, è, molto più lungo, secondo regole stabilite dopo il disastro del talidomide, che causò la nascita di migliaia di bambini senza braccia, senza gambe, in tutto il mondo.

    La sperimentazione breve per i vaccini è giustificata dalla necessità di fare in fretta a combattere le epidemie, ma ogni anno, nonostante la necessità di correre, mettono in commercio vaccini antinfluenzali contro il virus dell’anno precedente, pur sapendo che ogni anno il virus si presenta con una variante nuova, e quindi il vaccino è pochissimo o per niente efficace.

    Figurarsi come ci si possa fidare di un vaccino sperimentato su poche decine di persone e per pochissime settimane. Le varianti sono sùbito state scoperte. Uno studio ha mostrato come ogni vaccino causa la nascita di nuove varianti, perché il virus cambia vestito appena s’accorge che vogliono accopparlo.

    Questo trucco non lo usano tutti i virus, soltanto i coronavirus. E’ cosa nota da decenni. Polio, morbillo, difterite non si travestono mai con varianti. Ci stanno fregando, vogliono solo venderci il vaccino, come Dulcamara che vendeva l’elisir d’amore.

    Arrigo d’Armiento

    Più informazioni su