RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Ranieri lancia il tandem ceco-bosniaco: a Ferrara con Dzeko e Schick dal 1°

Roma – Trasferta indisiosa per la nuova Roma targata Ranieri. Oggi alle 18 i suoi ragazzi saranno di scena sul mai banale campo della Spal. A Ferrara, con i padroni di casa alla disperata ricerca di punti utili per la permanenza in serie A, i giallorossi proveranno a salire momentaneamente al 4° posto in classifica, aspettando il derby tra Milan e Inter di domenica sera.
Capitolini reduci dalla vittoria, seppur sofferta, contro l’Empoli nell’ultima gara disputata, che ha permesso all’11 romanista di rimanere in scia proprio delle due milanesi. La cura Ranieri, subentrato all’uscente Di Francesco, non ha per forza di cose ancora sortito il proprio effetto. Il successo sui toscani, targato El Shaarawy e Schick, è stato ancora una volta stentato e fin troppo sudato, trascinando dietro di sé tutte le difficoltà incontrate nel corso della stagione.

Difficoltà che non mancano nemmeno per i nostri avversari odierni. La squadra di Leonardo Semplici è inciampata sul campo di San Siro domenica scorsa, uscendo dal capoluogo meneghino con un 2-0 che ha risucchiato la formazione ferrarese nei bassifondi di classifica. Gli estensi occupano attualmente la quintultima piazzola in graduatoria, con soli 2 punti di vantaggio su quel terzultimo scalino che vorrebbe dire retrocessione. Proprio questo sarà il principale motivo per il quale i Biancazzurri venderanno cara la pelle contro la Roma, in grado già di batterla nella gara di andata. Un girone fa, infatti, Petagna e Bonifazi riuscivano ad espugnare l’Olimpico e permettevano alla Spal di trionfare per 0-2 nella Capitale.

Qui Roma

Claudio Ranieri ha subito messo le cose in chiaro: Schick e Dzeko possono coesistere, smorzando così tutti i dubbi che da un anno e mezzo a questa parte si erano venuti a creare dinanzi a questo possibile scenario. La fiducia data al ceco dal tecnico Testaccino è stata già ripagata all’esordio contro l’Empoli, dove l’attaccante nativo di Praga ha trovato il suo 3° centro stagionale in campionato. A Ferrara, dove Schick trovò il primissimo gol in A con la sua nuova maglia, spetterà dunque al tandem ceco-bosniaco il compito di scalfire la difesa avversaria.

Dietro i dubbi più grandi potrebbero riguardare Olsen. Il portiere svedese non ha mai del tutto convinto appieno, e potrebbe essere scalzato dal suo 2° Mirante. Tante defezioni per la linea di difensori: Karsdorp rileverà il ruolo dello squalificato Florenzi, mentre sulla corsia opposta Santon potrebbe giocare al posto dell’acciaccato Kolarov. Tra i 2 terzini Marcano e Fazio proveranno a non far sentir troppo la mancanza di Manolas, anche lui infortunato.

Rinnovata fiducia anche per Justin Kluivert. L’olandese farà parte del quartetto di mediani, giocando largo sulla corsia destra. Suo dirimpettaio, senza dubbio alcuno, Stephan El Shaarawy. L’italo-egiziano sta attraversando un grande periodo di forma, confermato dal pregevole sigillo che ha aperto le ostilità lunedì contro l’Empoli. Nzonzi Cristante completeranno l’11 di base.

Roma 4-4-2: Mirante; Karsdorp-Marcano-Fazio-Santon; Kluivert-Cristante-Nzonzi-El Shaarawy; Dzeko-Schick

Qui Spal

La squadra di Semplici sta attraversando un periodo di apparente difficoltà. La scarsa prolificità sotto porta e la propensione a prendere tanti gol hanno portato gli estensi a giocarsi la permanenza nella massima divisione in questo finale di stagione. Troppo pochi i 23 centri all’attivo e tanti i 41 al passivo per non cadere nel baratro della classifica.

I padroni di casa scenderanno in campo con un corposo 3-5-2. In avanti attenzione al duo Petagna-Floccari: il primo, già in gol nella gara di andata, ha timbrato il cartellino ben 10 volte nel corso di questa stagione. Per il 2°, invece, lo scontro alla Roma può equivalere ad un derby, considerando il trascorso laziale del centravanti.
In porta Viviano, con Cionek, Bonifazi (altro marcatore dell’andata) e Felipe a sua protezione. Dinanzi a loro, il folto centrocampo a 5 composto da Lazzari, Kurtic, Missiroli, Murgia e Fares.

Spal 3-5-2: Viviano; Cionek-Bonifazi-Felipe; Lazzari-Kurtic-Missiroli-Murgia-Fares; Floccari-Petagna

Massimiliano Sciarra