RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Referendum – Parlamentari, da troppi a troppo pochi

Più informazioni su

Referendum – Parlamentari, da troppi a troppo pochi –

Il 29 marzo si voterà il referendum per confermare o bocciare la riduzione del numero dei parlamentari. Ma i parlamentari sono ora troppi o troppo pochi? La costituzione più bella del mondo era talmente bella quando è nata che i parlamentari hanno provveduto tante volte a modificarla, a abbellirla. Nel testo del ’47, i parlamentari erano eletti uno ogni tot elettori. Qualcuno si accorse che, con l’aumento della popolazione, gli eletti sarebbero diventati troppi per trovare tutti un posto a sedere a Montecitorio e a Palazzo Madama. Fu deciso pertanto di mettere un tetto al numero dei membri del parlamento: 630 deputati, 315 senatori (più i senatori di diritto e cinque senatori a vita).

Quel numero, se non fosse stato limitato, sarebbe stato superato largamente quando da 40 gli italiani sono diventati 60 milioni. Adesso hanno ridotto il parlamento a 400 deputati e 200 senatori (più i soliti senatori di diritto e i cinque senatori a vita), riducendo la rappresentatività degli elettori, che non sapranno mai chi è il parlamentare che ha il compito di rappresentarli. Ah, già, dimenticavo: col proporzionale e le liste bloccate, i parlamentari non rappresentano più gli elettori, rappresentano soltanto il partito che li ha messi in lista. (Ard)

Più informazioni su