RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma: col Bologna per continuare a tallonare Milan e Champions

Roma – La quinta giornata di ritorno si chiuderà questa sera con il monday night tra Roma e Bologna. Alle ore 20.30 Capitolini e Felsinei si incroceranno allo stadio Olimpico, in uno scontro dalla valenza diametralmente opposta per le due formazioni. Da una parte i giallorossi di Eusebio Di Francesco, che vogliono approfittare delle sconfitte di Atalanta e Lazio per allungare a +3 su bergamaschi e cugini, dall’altra i rossoblù di Sinisa Mihajlovic, desiderosi di riacciuffare l’Empoli all’ultimo tassello valido per permanere nella massima serie anche nella nuova stagione.

Roma reduce dalla vittoria di martedì scorso nell’andata degli ottavi di finale di Champions League, ma anche dal rotondo 3-0 maturato sul campo del Chievo nell’ultimo impegno di campionato. Una vittoria oggi, inoltre, non solo vorrebbe dire conquistare il 5° posto in solitudine, ma anche riportarsi a -1 dal Milan attualmente posizionato nell’ultima casella valida per la prossima coppa Campioni.

Dall’altra parte un Bologna che proviene altresì dai primi 4 punti del Mihajlovic bis. L’allenatore serbo, è infatti alla seconda esperienza sulla panchina dei Petroniani, dopo averli già allenati nel corso della stagione 2008-2009. Per il tecnico 49enne sono arrivate subito una vittoria importante sul campo dell’Inter (0-1), ma anche un pareggio casalingo contro il Genoa (1-1). Il club di Saputo ha per adesso indovinato la mossa di allontanare Filippo Inzaghi e puntare tutto sull’ex giocatore tra le altre proprio della Roma.

Qui Roma

Di Francesco dovrebbe optare ancora per il 4-3-3, modulo tornato in voga dopo gli ultimi risultati positivi ottenuti. Infermeria ancora tracimante di calciatori, che costringeranno il tecnico abruzzese a cambiare nuovamente gli interpreti in campo.
In avanti sicuri i forfait di Schick e Under, con El Shaarawy alle prese anche lui con problemi fisici e fermo ai box. Per questo, con ogni probabilità, sarà ancora una volta Zaniolo uno dei due esterni d’offesa.

Il ragazzo originario di Massa sta attraversando il periodo più in forma della sua giovane carriera, avendo trovato le sue prime reti europee che hanno consentito i suoi di piegare il Porto 2-1 e presentarsi alla sfida di ritorno con un piccolo vantaggio sugli avversari portoghesi. Spetterà quindi a lui ricoprire la porzione destra dell’attacco. Sulla corsia mancina, invece, toccherà al coetaneo Kluivert calzare gli scarpini coi tacchetti fin dalle battute iniziali, per due fasce alte più che verdi. In mezzo alla coppia di 19enni ci sarà invece Edin Dzeko, a caccia del 1° centro a domicilio per ciò che concerne il campionato.

A centrocampo il ballottaggio tra Nzonzi e De Rossi sarà protratto fino a ridosso del calcio d’inizio, col francese in vantaggio sul capitano. Al fianco dell’ex Siviglia Cristante da una parte e Lorenzo Pellegrini dall’altra. Nessun dubbio invece in difesa, con Florenzi e Kolarov sulle corsie laterali, Manolas e Fazio al centro. In porta, dopo aver saltato Chievo Verona e Porto per infortunio, tornerà regolarmente Robin Olsen.

Roma 4-3-3: Olsen; Florenzi-Manolas-Fazio-Kolarov; Cristante-Nzonzi-Pellegrini; Zaniolo-Dzeko-Kluivert

Qui Bologna

Il cambio alla guida tecnica sembrerebbe aver rinvigorito la squadra felsinea. Netto il cambio di rotta da 2 gare a questa parte con Mihajlovic al timone. Il successo sull’Inter in trasferta e il pareggio casalingo col Genoa hanno riacceso gli entusiasmi tra i tifosi rossoblù, tornati a sperare nella salvezza.
Importanti per il Bologna anche gli acquisti di gennaio, con gli innesti di 2 calciatori dal peso specifico come Roberto Soriano e Nicola Sansone, approdati all’ombra della Torre degli Asinelli entrambi il 4 gennaio scorso. Saranno dunque due grattacapi in più per Di Francesco e i suoi ragazzi, già capitolati contro il Bologna un girone fa a campi invertiti. Era il 23 settembre quando Mattiello e Santander affossarono gli ospiti per 2-0 ed aprirono la prima mini crisi per i giallorossi.

Proprio Santander sarà il terminale d’attacco della formazione bolognese. Il paraguaiano giocherà al centro del tridente, con Sansone da una parte e l’altro acquisto di riparazione Edera dall’altra.
Tanta esperienza anche tra i 3 di centrocampo: oltre al succitato Soriano, presenti anche Poli e Pulgar, a dimostrazione di come il Bologna abbia tutte le carte in tavola per rimanere in categoria.
Dietro, a protezione dell’ex Skorupski, i 4 difendenti vedranno Calabresi a destra, al centro l’accoppiata Danilo-Helander, completata a sinistra da Dijks.

Bologna 4-3-3: Skorupski; Calabresi-Danilo-Helander-Dijks; Poli-Pulgar-Soriano; Sansone-Santander-Edera

Massimiliano Sciarra