RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma in piena emergenza europea: Fonseca pensa al cambio modulo col Gladbach, out Santon

Roma – Piove su Paulo Fonseca e sulla sua Roma, in piena emergenza europea in vista dell’impegno di quest’oggi. Alle ore 18.55, allo stadio Olimpico capitolino, arriva il Borussia Monchengladbach, club tedesco allenato da Marco Rose. In palio la terza giornata del gruppo J della succitata manifestazione, che vede i giallorossi primi a 4 punti appaiti col Wolfsberg, mentre i bianconeroverdi sono relegati a sorpresa in  fondo alla classifica a 1, insieme al Basaksehir.
Con quella di oggi si chiude formalmente l’andata del mini raggruppamento, in cui la Roma ha prima liquidato a domicilio i turchi per 4-0, poi ha impattato 1-1 sul campo degli austriaci. Per il Gladbach, invece, un inaspettato quanto sanguinante 0-4 subito dal Wolfsberg e poi il pareggio ottenuto a Istanbul, unico punticino raccolto fin qui

Qui Roma

Solo 19 i calciatori inseriti nella lista del tecnico portoghese, alla quale l’ultimo assente all’appello (per usare un ossimoro) è Davide Santon, bloccato a casa dalla febbre. Per questo, per allungare il brodo si è deciso di pescare in casa di Alberto De Rossi e della Primavera, che ha prestato alla prima squadra Riccardo Calafiori e Alessio Riccardi. Il primo, classe 2002, ha trovato il primo gol romanista domenica scorsa nel campionato di categoria. Il secondo, classe 2001, aveva già esordito con i grandi nel 4-0 contro l’Entella durante la coppa Italia 2018/2019.

Fonseca potrebbe accantonare il 4-2-3-1 per mancanza di interpreti

La moria ha spinto Paulo Fonseca, ieri in conferenza stampa, ad optare per un possibile cambio di modulo per dar modo di scendere sul rettangolo di gioco nella miglior maniera possibile. Il consueto 4-2-3-1 potrebbe dunque non prendere vita a causa degli innumerevoli guai fisici registrati, ma è difficile immaginarsi anche un ipotetico 4-3-3 per le stesse motivazioni.

Veretout ultimo sopravvissuto. Al suo fianco possibile Pastore come a Genova

Dando per buono il vecchio modulo, una bozza di formazione potrebbe essere composta da una difesa a 4 con Spinazzola a destra, la conferma del duo di centrali Mancini-Smalling e Kolarov a sinistra. In mediana spazio alle fantasie più disparate, confutando l’unico Veretout rimasto a disposizione in quel ruolo. Al suo fianco la logica ci direbbe Pastore, ma un’idea Fazio potrebbe non essere così peregrina. I tre dietro l’unica punta Dzeko, ancora una volta con la mascherina a protezione dello zigomo, saranno Florenzi, Zaniolo e Kluivert, con Perotti pronto a subentrare a giochi in corso.

Roma 4-2-3-1: Pau Lopez; Spinazzola-Smalling-Mancini-Kolarov; Veretout-Pastore; Kluivert-Zaniolo-Florenzi; Dzeko

Qui Borussia

Il Borussia Monchengladbach è la squadra paradosso di questa edizione di Europa League. Perché paradosso? basti pensare all’unico punto ottenuto fin qui, arrivato grazie ad un gol al 91esimo sul campo del Basaksehir, e ai 16 conquistati in Bundes Liga, che collocano il Gladbach all’apice della graduatoria. Proprio così, a braccetto con il Wolfsburg guarda tutti dall’alto verso il basso, comprese Borussia Dortmund e Bayern di Monaco.
Anche gli ospiti avranno diverse defezioni di formazione: ben 9 i calciatori che non hanno preso parte alla trasferta italiana, tra cui Ginter, Plea e Raffael.

Attesi oltre 6.000 tifosi ospiti allo stadio Olimpico

Nonostante le assenze tecnico, squadra e tifosi sono ben consci che un altro passo falso potrebbe compromettere del tutto il cammino nella manifestazione. Per questo è pronta una mini-invasione da parte dei tifosi tedeschi, che si assieperanno in gran massa nel settore ospiti dell’Olimpico per spingere la propria squadra al successo esterno.

Mister Rose ha promesso una squadra all’attacco e non arroccata in difesa

Il Borussia Monchengladbach è reduce dal KO esterno maturato a Dortmund nell’ultimo impegno di campionato, che non ha tuttavia minato il primato in graduatoria. Fin’ora, in 8 giornate, i Puledri hanno trovato la via del gol in 15 ocasioni, denotando una grande devozione al gioco d’offesa. Per questo, mister Rose ha promesso di non voler aspettare la Roma ma di proporre il solito gioco spumeggiante che almeno in patria sta facendo la differenza.

Il presunto modulo sarà il 4-3-1-2, con Herrmann alle spalle del tandem d’attacco Stindl-Thuram

Il suo Gladbach scenderà presumibilmente in campo con un 4-3-1-2. In difesa, a protezione di Sommer, i 4 difendenti saranno Lainer, Jantsche, Elvedi e Wendt. A centrocampo, il terzetto vedrà Kramer, Zakaria e Neuhaus.
Sulla trequarti, dietro alle due punte Stindl e Thuram, agirà invece Herrmann

Borussia 4-3-1-2: Sommer; Lainer-Jantsche-Elvedi-Wendt; Kramer-Zakaria-Neuhaus; Herrmann; Stindl-Thuram

Massimiliano Sciarra