RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma-Sassuolo: Fonseca non rischia Smalling, prima chiamata per Miki e Kalinic

Roma – Sosta alle spalle e ripresa del campionato alle porte. Dopo due settimane di stop per gli impegni con le nazionali torna la serie A. La Roma sarà impegnata questo pomeriggio alle 18 nella gara casalinga contro il Sassuolo, per la terza giornata della manifestazione corrente.
I giallorossi vanno alla caccia del primo successo stagionale dopo i 2 pareggi ottenuti con Genoa e Lazio, per il Sassuolo invece 3 punti ottenuti nell’ultimo impegno con la Samp e una sconfitta all’esordio contro il Torino.

Qui Roma

Non ci sarà Smalling, bloccato da un affaticamento muscolare e costretto a saltare il debutto con la sua nuova squadra. Chi invece farà la prima apparizione in giallorosso sono Nikola Kalinic, arrivato dall’Atletico di Madrid e Henrikh Mkhitaryan, prelevato dall’Arsenal. Quest’ultimo in particolare, arrivo last minute in quel di Trigoria, è il calciatore che ha suscitato più entusiasmo tra i tifosi, riaccendendo gli entusiasmi tenui dopo l’avvio di campionato zoppicante. L’armeno sarà subito titolare e ricoprirà il buco lasciato a sinistra da Stephan El Shaarawy nei 3 trequartisti dietro l’unica punta Dzeko.

Diversi i ballottaggi in campo. Florenzi sembra il candidato numero 1 per ricoprire ancora una volta il ruolo di terzino destro, ma Leonardo Spinazzola è stato inserito nella lista dei convocati di mister Fonseca e potrebbe per l’occasione ricoprire la fascia opposta a quella sinistra. Fascia sinistra sempre di proprietà di Kolarov, che proprio in questi giorni potrebbe prolungare il suo contratto con i Capitolini. Al centro, appurata l’assenza di Smalling, ci sarà la stessa coppia vista al derby: Fazio-Mancini.

Qualche dubbio anche su chi tra Veretout e Pellegrini andrà ad affiancare Bryan Cristante nei 2 davanti alla difesa. Il francese scalda i motori e scalpita per la prima da protagonista. Tuttavia, l’inserimento dell’ex Fiorentina non precluderebbe l’impiego di Lorenzo Pellegrini, presumibilmente impiegato come trequartista centrale. L’avanzamento del nazionale italiano dirotterebbe automaticamente Nicolò Zaniolo sulla destra, sopperendo così all’assenza dell’altro infortunato Cengiz Under.

Roma 4-2-3-1: Pau Lopez; Florenzi-Fazio-Mancini-Kolarov; Cristante-Veretout; Zaniolo-Pellegrini-Mkhitaryan; Dzeko

Qui Sassuolo

Per De Zerbi il 2° anno consecutivo sulla panca dei neroverdi. Per i neroverdi, invece, 7° anno consecutivo tra i grandi. Dalla stagione 2013/2014, prima volta in serie A per il club di Squinzi, il Sasol non ha mai più abbandonato la massima divisione calcistica, diventando un’habituè della categoria.
Per la trasferta di Roma De Zerbi starebbe pensando al 4-3-3, con Berardi, Caputo (arrivato dall’Empoli) e Boga pronti a cogliere i buchi difensivi romanisti e pungere alla prima occasione disponibile. Panchina invece per i nuovi acquisti Defrel, vecchia conoscenza proprio della Roma, e Chiriches (ex Napoli).

In difesa dubbio tra i neo arrivati Muldur, prelevato dal Rapid Vienna e Toljan, tedesco reduce dall’avventura in Scozia col Celtic e arrivato in prestito dal Borussia Dortmund sulla corsia di destra, mentre dalla parte opposta presente Peluso. Frapposti tra i due a comporre i centrali ci saranno, invece, Marlon e Ferrari.
Tanta qualità a centrocampo, che vedrà il terzetto composto da Duncan, Obiang (prelevato dal West Ham) e Locatelli.

Sassuolo 4-3-3: Consigli; Muldur-Marlon-Ferrari-Peluso; Duncan-Obiang-Locatelli; Berardi-Caputo-Boga

Massimiliano Sciarra