Si chiude col botto: Roma-Juve nell’ultima gara d’andata

Roma – Roma-Juve sarà il posticipo domenicale del medesimo turno di serie A. Questa sera i giallorossi caleranno il sipario sul loro girone d’andata ospitando allo stadio Olimpico i bianconeri. Contro i multicampioni d’Italia in carica sarà la seconda partita consecutiva giocata in casa per gli uomini di Paulo Fonseca, chiamati a farsi perdonare lo scivolone contro il Torino nel primo appuntamento del nuovo decennio.

Si ferma Mkhitaryan. L’armeno fermo ai box ancora una volta. Confermato l’11 di domenica scorsa

Non ci saranno troppe novità nell’11 di base rispetto a una settimana fa contro l’altra formazione del capoluogo piemontese, causa infermeria ancora una volta imbottita di protagonisti. L’ultimo in ordine cronologico è Henrikh Mkhitaryan, fermato da una lesione al retto femorale della coscia sinistra e per forza di cose costretto al forfait.

Juventus in testa con l’Inter, ma nerazzurri al comando per la differenza reti

Dall’altra parte la nuova Juventus targata Sarri è reduce dal successo per 4-0 sul Cagliari, ma mai come quest’anno sembra aver trovato nell’Inter una valida avversaria per la vittoria finale. In questo momento la Vecchia Signora è appaiata in vetta alla classifica proprio con i nerazzurri, ma quest’ultimi attualmente possono considerarsi al comando per la miglior differenza gol fatti e subiti. Gli scudettati nel corso della stagione hanno dimostrato di essere tornati un pò più umani del solito: ne è testimonianza non solo la classifica più corta, ma anche la finale di supercoppa Italiana persa contro la Lazio prima della sosta di Natale.

Qui Roma

Fonseca lascia uno spiraglio per una possibile difesa a 3 con l’inserimento di Cetin affianco di Mancini e Smalling. Con l’inserimento del turco il tecnico lusitano avrebbe la possibilità di aggiungere un centrocampista in più e rinunciare in avanti a Diego Perotti. Nel caso in cui si decidesse di tenere il modulo standard sarà invece schierato un quartetto composto da Florenzi a destra, Mancini e Smalling al centro, Kolarov sulla sinistra.

Zaniolo recuperato e a piena disposizione. Con lui Pellegrini e Perotti sulla linea dei trequartisti

Basandoci sul modello del cosueto 4-2-3-1 ancora una volta Diawara e Veretout agiranno in mediana. La coppia franco-guineana sembra essersi amalgamata come meglio non potrebbe e ha promosso i due calciatori da ‘scommesse’ a ‘conferme’.
Qualche metro più avanti non ci saranno troppi dubbi su chi saranno i calciatori ad agire da trequartisti. Zaniolo regala una gioia a mister Fonseca recuperando dai suoi rispettivi problemi fisici. L’ex Inter potrà così agire sulla destra, con Lorenzo Pellegrini al centro e presumibilmente Perotti sulla sinistra.

Edin Dzeko vicino a quota 100. Contro la Juve la prima volta in gol con la maglia romanista

In avanti come unica punta ci sarà invece Edin Dzeko. Il bosniaco segnò il 1° dei suoi 97 gol realizzati finora in giallorosso proprio contro i bianconeri, durante la seconda giornata del campionato 2015-2016 2-1). Anche l’anno scorso il cigno di Sarajevo marcò il match (2-0), per quello che si pensava poter essere il suo ultimo sussulto romanista prima del rinnovo a sorpresa nel corso dell’estate scorsa.

Roma 4-3-3: Pau Lopez; Florenzi-Mancini-Smalling-Kolarov; Diawara-Veretout; Zaniolo-Pellegrini-Perotti; Dzeko

Qui Juventus

Maurizio Sarri potrà contare su Gonzalo Higuain per questa sera. L’argentino, più volte accostato proprio alla Roma nell’ultima finestra di mercato estiva, ha pienamente recuperato dal fastidio alla coscia accusato in settimana e prenderà parte alla trasferta romana. Tuttavia il Pipita comincerà la sua sfida gurdando la partita seduto in panchina.
In attacco ci sarà dunque il suo connazionale Paulo Dybala accanto all’ex pallone d’Oro e stella del Real Madrid Cristiano Ronaldo. Il portoghese ha messo a referto il primo ‘hat trick’ della sua avventura italiana contro il Cagliari 7 giorni fa, contribuendo con una tripletta al 4-0 sugli isolani. Sarà invece Aaraon Ramsey ad agire dietro al tandem d’attacco.

Rabiot favorito su Emre Can come centrocampista di destra, con il grande ex Miralem Pjanic al centro e Matuidi sul suo fianco mancino. In difesa confermato Demiral con Bonucci a discapito di De Ligt. Ai loro lati Cuadrado e Alex Sandro definiranno il quartetto a protezione dell’altra vecchia conosceza di Trigoria: Szczesny.

Juventus 4-3-1-2: Szczesny; Cuadrado-Demiral-Bonucci-Alex Sandro; Rabiot-Pjanic-Matuidi; Ramsey; Dybala-Ronaldo

Massimiliano Sciarra