RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Una Roma decimata dagli infortuni ospita il Cagliari di Olsen, Luca Pellegrini e Nainggolan

Roma – Ultima fatica prima della seconda sosta stagionale. Alle 15 la Roma ospita il Cagliari per la giornata numero 7 del campionato di serie A, che sarà la numero 7 anche per ciò che concerne il quantitativo di impegni solamente negli ultimi 21 giorni. Un tour de force lungo 3 settimane che ha visto i giallorossi impegnati anche in Europa, dove giovedì scorso è arrivato il pareggio per 1-1 sul campo del Wolfsberger. Per questo i Capitolini vogliono cancellare la prova incolore maturata in Austria e chiudere nel migliore dei modi il mini ciclo terribile prima del ‘rompete le righe’ dedicato alle nazionali.
Dall’altra parte, però, arriva un Cagliari in un momento di buona forma, reduce dal pareggio casalingo contro il Verona ma che ha conquistato un solo punto in meno rispetto alla Roma stessa. Per questo Maran e i suoi ragazzi non verranno nella Capitale a fare una semplice scampagnata.

Qui Roma

Non è certo il pareggio di Graz a rendere poco sereno l’ambiente dentro e attorno Trigoria. Le notizie più dolenti, infatti, arrivano dall’infermeria. Se non fossero bastati gli ultimi infortuni occorsi a Pellegrini e Mkhitaryan, ad aggiungersi alla lista lunga è anche Zappacosta. Il difensore ha subito la rottura del legamento crociato, lasciando un vuoto difficilmente colmabile nel ruolo di terzino destro. Soprattutto perché, rincarando la dose di sfortuna che ha colpito la squadra a livello di salute, Alessandro Florenzi non sarà del match a causa di un brutto attacco influenzale che lo aveva già lasciato a casa in coppa. Toccherà dunque a Spinazzola, adattato sulla corsia opposta al suo ruolo naturale. Questo perché dall’altra parte tornerà dal 1° Kolarov, a cui Fonseca ha voluto regalare un turno di riposo nella scorsa gara. Mancini e Smalling sarà nuovamente la coppia di centrali, coloro che a Lecce avevano dato una grossa mano a Pau Lopez a registrare il primo clean sheet dell’anno.

Novità importanti potrebbero esserci tra il duo di mediani e il terzetto di trequartisti. Con ogni probabilità i 2 davanti alla difesa saranno Veretout e Diawara, con Cristante nel ruolo di trequartista a causa tanto dell’infortunio di Pellegrini, quanto perché Pastore non ha nelle gambe il ritmo per poter giocare nuovamente un intero incontro dall’inizio. Insieme all’ex Atalanta ci saranno ancora Zaniolo e Kluivert, da stabilire solo chi da una parte e chi dall’altra. Nessun dubbio su Edin Dzeko, anche lui di nuovo dall’inizio e alla caccia di un altro gol che lo avvicinerebbe alla tripla cifra con la maglia romanista.

Roma 4-2-3-1: Pau Lopez; Spinazzola-Mancini-Smalling-Kolarov; Veretout-Diawara; Zaniolo-Cristante-Kluivert; Dzeko

Qui Cagliari

Un Cagliari imbottito di ex Roma quello che oggi scenderà in campo all’Olimpico. Olsen, Luca Pellegrini e soprattutto Radja Nainggolan sono gli osservati speciali nelle fila Sarde.
Il portiere svedese non ha lasciato di sé un buon ricordo, ma sull’Isola sembra già aver trovato il suo riscatto e recuperato la sicurezza che spinse Monchi a portarlo la scorsa estate a Trigoria. Luca Pellegrini è rientrato invece nello scambio con la Juve che ha portato in giallorosso Spinazzola, girato in prestito direttamente dalla Juve stessa che ha preferito mandare il giovane terzino proprio in quel Cagliari che l’anno scorso lo prese, ancora una volta, in prestito dalla Roma.
Ma chi desterà maggior curiosità è sicuramente Radja Nainggolan. Per il belga una sorta di ritorno al futuro, confutando che il suo approdo nella città Eterna passò proprio per la Sardegna, prima di farvi ritorno dopo un anno non troppo felice con l’Inter. Per il centrocampista si tratta della prima gara da ex da quando ha lasciato Roma e da dove non se ne sarebbe mai voluto andare.

Ma i ragazzi di Maran non sono solo ex Roma. Attenzione all’imprevidibilità in attacco dei rossoblù, dove il tandem di finalizzatori vedrà schierato Simeone e Joao Pedro. Insieme hanno messo a referto 4 delle 9 reti realizzati dall’intero Cagliari fin qui.
In difesa, a protezione di Olsen e con Luca Pellegrini a sinistra, ci saranno anche Cacciatore  a destra e la coppia Pisacane-Ceppitelli frapposta tra loro.
Infine, il centrocampo a 3 vedrà degli ottimi palleggiatori quali sono Nandez, Cigarini e Rog.

Cagliari 4-3-1-2: Olsen; Cacciatore-Pisacane-Ceppitelli-Lu.Pellegrini; Nandez-Cigarini-Rog; Nainggolan; Simeone-Joao Pedro

I precedenti

Allo stadio Olimpico vedrà la luce il 79esimo incontro tra giallorossi e rossoblu. In casa Roma sono 39 gli incroci, in cui si contano 20 successi capitolini, 15 segni X e solamente 4 successi degli ospiti.
L’ultimo incontro è datato 27 aprile 2019, quando l’allora squadra di Ranieri superò quella di Maran con un secco 3-0. I marcatori di quella giornata, forse una delle più felici in un anno per i giallorossi abbastanza travagliato, furono Fazio, Pastore e Kolarov.
Per ritrovare l’ultima volta in cui gli isolani hanno fatto il colpaccio bisogna invece tornare indietro fino al 1° febbraio 2013: 2-4 pirotecnico firmato Nainggolan, dal goffo autogol di Goicoechea, Sau e Pisano. Per i padroni di casa a nulla valsero i sigilli di Totti per il parziale 1-1 e di Marquinho a tempo ormai scaduto. Quella sconfitta costò la panchina a Zdenek Zeman, sostituito il giorno dopo da Aurelio Andreazzoli.

Massimiliano Sciarra