RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Come ci si comporta in caso di incidente stradale? Guida pratica

Più informazioni su

Il rumore della carrozzeria che cede, il clacson delle macchine dietro la nostra e la preoccupazione di aver commesso un’infrazione che pagheremo sicuramente cara: l’incidente stradale è l’incubo di ogni automobilista.

Per quanto sgradevole e fastidioso, gli incidenti stradali sono all’ordine del giorno nella carriera di chiunque usi la macchina frequentemente.

Saperli affrontare con prontezza e senza lasciarsi prendere dal panico è sicuramente un grande vantaggio che può migliorare una situazione potenzialmente catastrofica.

In questo articolo vedremo insieme come ci si comporta in caso di incidente stradale e come uscirne senza un breakdown nervoso senza precedenti.

Mantenere la calma e occuparsi dei feriti

Lo stato d’animo con cui si affronta un incidente stradale può davvero fare la differenza.

La prima regola è, ovviamente, non perdere la calma: ormai il danno è fatto e non ha senso lasciarsi prendere dal panico.

Assicurati di non esserti fatto male, che tutti i passeggeri a bordo stiano bene e che anche i passeggeri degli altri veicoli coinvolti non riportino danni troppo gravi.

Qualora ci fossero ferite particolarmente importanti, non perdere tempo e chiama subito i soccorsi: metti in sicurezza la zona ed evita che altre macchine possano peggiorare la situazione creando un tamponamento a catena.

Ovviamente, nel caso in cui la tua auto sia inamovibile, non esitare a chiamare un servizio di soccorso stradale che si occuperà di rimuoverlo dalla carreggiata ed evitare ulteriori sinistri.

In questi casi, è bene affidarsi a professionisti dalla comprovata esperienza e che siano capaci di fornire un servizio veloce ed efficace, proprio come nel caso di Soccorso Stradale 24.

Ricordati che i feriti hanno l’assoluta priorità e non lasciare che  rimangano senza supervisione: ricordati che allontanarsi dal luogo del sinistro è un reato punibile dalla legge con una pena che va da 6 mesi a 3 anni di carcere; anche l’omissione di soccorso è un reato e la pena prevede la sospensione della patente per un periodo di tempo che va dai 18 mesi ai 5 anni o l’incarcerazione da 1 a 3 anni.

Occuparsi del proprio veicolo

Una volta che gli eventuali feriti hanno ricevuto attenzione medica o se non sono presenti danni gravi, preoccupati del veicolo.

Aziona subito le 4 frecce per segnalare agli altri automobilisti la situazione, metti il giubbotto catarifrangente e solo allora scendi dalla tua vettura.

Se non riesci a trovare un accordo amichevole con gli altri coinvolti nel sinistro, chiama le Forze dell’ordine: si occuperanno loro di analizzare e stabilire le responsabilità dell’accaduto.

Se, invece, non ci sono problemi di questo tipo è possibile passare alla compilazione del CID (Convenzione d’Indennizzo Diretto) anche conosciuto come Modulo di Constatazione Amichevole di Sinistro Stradale.

Attraverso questo passaggio sarà possibile velocizzare gli eventuali risarcimenti da parte delle assicurazioni, poiché la dinamica di quanto successo viene messa per iscritto e confermata da tutte le parti coinvolte.

Sarà premura del danneggiato denunciare l’incidente alla propria assicurazione per ottenere il risarcimento danni; per farlo basterà inviare una raccomandata entro 3 giorni dall’accaduto.

Nella raccomandata bisognerà indicare:

  • le proprie generalità e quelle dell’altro conducente (se conducente e proprietario non sono la stessa persona, specificare anche i dati personali del secondo)
  • il numero di polizza della propria assicurazione e dell’altro veicolo
  • targa, modello e colore dei mezzi coinvolti
  • la dinamica dei fatti e i dati di eventuali testimoni (se non è stato redatto il CID)
  • eventuali dichiarazioni scritte dei testimoni

Risarcimento diretto, come chiederlo

Esiste anche un modo più facile per ottenere il rimborso dei danni subiti in un incidente: si chiama risarcimento diretto ed è stato introdotto dal Decreto Bersani.

Affinché ciò succeda, l’incidente deve essersi verificato con particolari circostanze:

  • Non devono esserci feriti
  • Il sinistro deve aver avuto luogo in Italia
  • Gli automezzi coinvolti non devono essere più di 2
  • Devono essere assicurati
  • Devono avere targa italiana

In questo caso il danno verrà liquidato direttamente dalla compagnia assicuratrice del danneggiato, senza passare per l’assicurazione della controparte.

Come puoi vedere le cose da sapere per fronteggiare con prontezza un incidente stradale sono poche, ma essenziali per evitare che una situazione spiacevole si trasformi in un vero e proprio disastro.

Anche in questo la calma e il rispetto delle regole possono davvero essere fedeli alleati: non dimenticarli nel cruscotto!

Più informazioni su