Quali sono i profili digital più richiesti oggi dalle aziende

Più informazioni su

    Il mercato del lavoro è inesorabilmente cambiato ormai da diversi anni, per questo chi cerca il fatidico posto fisso ha minori possibilità di trovare impiego rispetto a chi punta ad attività più flessibili e basate su competenze reali.

    Tra i lavori più richiesti dalle aziende sono presenti al primo posto i profili digital e questo la dice lunga su come stia evolvendo non solo il mercato del lavoro, ma soprattutto quello economico a cui esso deve rispondere.

    I profili digital come lavoro del futuro

    Le aziende stanno cercando sempre più –e si tratta di un trend destinato a crescere nel tempo- profili che sono dotati di competenze digitali con contratti a consulenza e che siano disposti a formarsi, aggiornarsi e crescere nel tempo. Insomma, non si tratta più di offrire le competenze di un impiegato in banca, che rimangono pressoché le stesse per decenni, ma di garantire un atteggiamento smart e dinamico verso delle competenze costantemente variabili.

    Le persone oggi sono valutate in base agli high skills con formazione specifica e nella maggior parte dei casi devono essere dotate di una reputazione social impeccabilmente gestita.

    Per quanto riguarda il comparto acquisti, è esploso da qualche tempo il settore della compravendita online, la quale fornisce beni e servizi a prezzi convenienti, anche dettati dai minori costi di gestione e richiede, dunque, la presenza online anche dei negozi che prima erano solo fisici.

    Gli utenti oggi usano internet per ogni domanda e prima di comprare qualsivoglia oggetto, controllano online, verificano i prezzi e li confrontano con altri competitors.
    Si è verificato un boom di e-commerce e shop online che ha generato enormi profitti, ma da un altro punto di vista, la crescita ha visto il proliferare di una concorrenza tale che non è più sufficiente essere solamente presenti online, ma occorre essere ottimamente posizionati e comunicativi.

    Per questo essere presenti online richiede che le aziende si avvalgano di consulenti esperti del settore digital marketing, ovvero dei nuovi profili digital.

    Professioni digital più richieste dalle aziende

    I profili digital maggiormente richiesti sono lo Youtuber che posta i video online e riscuotendo consensi dai follower; il Social Media Specialist che gestisce in contenuti su social come Facebook, Instagram o Linkedin;

    Il Social Advertising Specialist che struttura le campagne pubblicitarie del brand sui social; il SEO e SEM Specialist che posiziona il sito web sui motori di ricerca; l’E-commerce Specialist gestisce e monitora le piattaforme delegate per le vendite su internet.

    Sono richiesti, inoltre, talenti digitali come Digital Business e Marketing, Esperti in Analisi e Sviluppo e Industri 4.0. Il Digital Venture Strategist si occupa di sviluppare il business digitale come un leader; il Marketing Automation Specialist supporto il comparto Digital Marketing con BOT e intelligenza artificiale per trasformare i lead in prospect.

    Gli User Interface e gli User Experience Designers garantiscono interfacce ottimizzate per migliorare l’esperienza degli utenti online su App e software. I Data Scientista analizzano e interpretano i dati raccolti, trovando connessioni nascoste e modelli da usare nel business in modo da agevolarne lo sviluppo.
    I Robotic and Automation Enginerr configurano e testano i robot ai fini produttivi e gli Scrum Masters.

    Si tratta dunque di figure che studiano i fenomeni e le dinamiche del mercato online, il quale non ha sostituito quello tradizionale, ma lo affianca imprescindibilmente. Per un’azienda, essere presente online, significa avere a che fare con un pubblico di centinaia di migliaia di utenti con i quali deve raffrontarsi, capire ciò che vuole, indirizzarlo verso il suo prodotto e interagire con lui fino a spingerlo all’acquisto.

    Non si tratta di operazioni spontanee, ma di step studiati, strutturati e immessi nel mondo online dai profili digital sopra menzionati. Qualunque lavoro, infatti, di qualunque tipo esso sia, nella quasi totalità dei casi ha come obbiettivo quello di concludere una vendita.

    Più informazioni su