#CampagnaGreen – “NO2, no grazie”. Installazione del rilevatore di biossido di azoto

Più informazioni su

    di #OcchialiVerdi – di Annalisa Corrado e Elena Martinelli

    Campagna Green

    Installare il mini kit di rilevazione del biossido d’azoto? Fatto.

    Non possiamo desiderare di più che inaugurare #OcchilaiVerdi aderendo alla terza edizione della campagna “NO2, no grazie” promossa dalla onlus Cittadini per l’aria e dall’associazione #Salvaciclisti Roma, in collaborazione con il giornale la Repubblica Roma.

    La campagna vede protagoniste, oltre a Roma, le città di Napoli e Milano.

    L’opportunità di installare il kit di misurazione della qualità dell’aria è stata estesa a tutti: cittadini, scuole, aziende, condomini. «Si chiama scienza partecipata» ha detto la presidente di Cittadini per l’aria, Anna Gerometta, a la Repubblica, è ha lo scopo di diffondere la consapevolezza sui rischi da emissioni di NO2, indicatore principale dell’inquinamento da traffico stradale.

    La necessità di un intervento politico sulla regolazione del traffico è ormai urgente perché la quantità di biossido di azoto nell’aria supera troppo spesso la percentuale tollerata dal nostro organismo e, soprattutto, da quello dei bambini che hanno un sistema immunitario meno efficiente di quello degli adulti.

    Nel 2018, infatti, la concentrazione media annua di NO2 a Roma ha raggiunto i 66 microgrammi per metro cubo (Fonte: CNR) rispetto al limite medio annuo di 40 microgrammi per metro cubo.

    A marzo smonteremo il nostro kit, installato alla fermata dell’autobus fronte libreria Pagina 348, e lo consegneremo in uno dei punti di raccolta segnalati.

    I dati verranno elaborati dal Comitato scientifico composto dai ricercatori della Divisione chimica dell’ambiente e dei beni culturali della Società chimica italiana, del Politecnico e dell’Università di Milano, del dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio e dell’Università di Napoli.

    Le mappature dell’inquinamento, pubblicate a fine maggio, saranno infine consegnate agli esponenti politici di pertinenza.

     

     

     

     

     

     

     

    Più informazioni su