RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

C’era una volta Roma… “Il Banchetto delle Carisie”

Più informazioni su

E’ la festa delle Carisie e tutti gli animi tornano ad essere concordi tra loro. Fu la dea della Concordia ad istituire questa festa che veniva celebrata il 24 febbraio di ogni anno, lo stesso giorno in cui si festeggiava San Giovanni Battista.

In questo giorno di festa, ogni risentimento passato veniva dimenticato e durante il tripudio al banchetto, tutti i presenti tornavano in perfetta armonia, dimenticando i dissapori, sollevando i loro animi.

Secondo una credenza popolare in questa notte i fantasmi di Erodiade e Salomè, responsabili dell’uccisione di San Giovanni, erano condannati a vagare per il mondo su una scopa, chiamando a raccolta tutte le streghe sui prati del Laterano. Per scongiurare questo rischio, tutta la piazza si riuniva e si riempiva di falò accesi a vedere le streghe ed a mangiare lumache.

Era importante munirsi di piccoli accorgimenti uscendo di casa, come munirsi di aglio e spargere del sale grosso sul ciglio della porta, per impedire alle streghe incuriosite, di entrare.

Durante le celebrazioni, veniva svolto un particolare rito che prevedeva la consumazione di un pasto a base di lumache; per i romani questa particolare pietanza era emblema di discordia.

Le corna dei piccoli molluschi venivano “seppellite” nel profondo dello stomaco, simboleggiando la pace reciproca, mentre i gusci delle chiocciole venivano rotti per evitare che le streghe potessero impossessarsene utilizzandoli per riti magici ed il tutto dolcemente accompagnato da litri e litri di vino.

Questa notte magica dava il via ad un nuovo inizio fatto di pace e prosperità.

La festa terminava quando il papa si recava a San Giovanni per celebrare la Santa Messa.

La festa delle Carisie veniva svolta nel quartiere romano di San Giovanni, considerato fin da sempre, centro vivo della città dal punto di vista commerciale, storico e religioso, sede della prima costruzione cattolica al mondo, la bellissima Basilica di San Giovanni in Laterano.

Situato a sud-est della città, a ridosso delle Mura Aureliane, viene considerato uno dei più’ antichi quartieri di Roma, ricco di edifici rinascimentali che sorgono sulle sampietrinose strade di Roma.

Attraverso epoche lontane, conduttrici a magiche ed esoteriche narrazioni, vi diamo appuntamento alla prossima settimana con un altro capitolo della nostra C’era una volta Roma..

                                                                                                                                                        Isabella Alboini

Più informazioni su