Diciannovenne rapitore di supermercati riconosciuto dal Tatuaggio sulla mano

Più informazioni su

    Ad incastrarlo nell’ultimo colpo è stato un vistoso tatuaggio sulla mano a forma di ‘M’. Il 19enne, pregiudicato e residente ad Ariccia, è stato arrestato dai carabinieri insieme al suo complice, dopo che aveva già messo appunto due rapine ai danni di supermercati a Castel Gandolfo e ad Albano Laziale per un valore di 5.000 euro. La dinamica era sempre la stessa. Nascosti da un passamontagna, i due ragazzi entravano nei negozi armati di pistola e di un coltello e minacciavano gli addetti alle casse. Dopo essersi fatti consegnare l’incasso, i due si dileguavano a bordo di uno scooter. Nell’ultimo colpo però, un testimone, ha notato il tatuaggio e lo ha riferito ai carabinieri. I militari, hanno rintracciato il ragazzo trovandolo in possesso della pistola scacciacani utilizzata per le rapine, dei passamontagna e di parte della refurtiva. Il giovane ha così confessato le proprie responsabilità e ha permesso ai carabinieri di individuare e trarre in arresto anche il suo complice, un 24enne pregiudicato di Roma.

    Più informazioni su