RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Giornalismo. Da oggi studenti di 200 scuole diventano redattori

Più informazioni su

(DIRE-DIREGIOVANI) Roma, 30 nov. – ‘La scuola fa notizia. Se i giovani la scrivono, i giovani la leggono’ e’ il nuovo ambizioso progetto che diregiovani.it e l’Agenzia di stampa Dire stanno portando avanti insieme a 200 scuole di tutto il territorio nazionale per dare voce ai ragazzi. L’obiettivo e’ offrire agli studenti la possibilita’ di pubblicare su una piattaforma online non solo testi, ma anche disegni, foto, audio e video. Da oggi le tante redazioni scolastiche italiane, dalle Primarie alle Superiori, potranno arricchire mensilmente le pagine del giornale online con le loro produzioni, per raccontare il mondo che ci circonda. Aderire e’ facile, basta un clic su lascuolafanotizia.diregiovani.it e compilare il format d’iscrizione.

“Siamo partiti bene con 200 redazioni, ma stiamo contando di raggiungere numeri nettamente superiori. Vogliamo coinvolgere almeno 400 istituti”, dichiara Federico Bianchi di Castelbianco, promotore dell’iniziativa e direttore dell’Istituto di Ortofonologia di Roma (IdO), che ha gia’ sportelli di supporto psicologico gratuito in oltre 100 scuole del Lazio. “Con Diregiovani cerchiamo da anni di informare i ragazzi, ma altra cosa e’ fare in modo che siano direttamente gli studenti ad adoperarsi affinche’ le loro informazioni giungano alle orecchie degli adulti. L’intento e’ far conoscere il loro pensiero, le loro esigenze e soprattutto fare in modo che gli adulti inizino ad aprire le orecchie”. Castelbianco sa bene che “l’adulto arriva sempre tardi ma poi si stupisce di quello che fanno i ragazzi. Per questo noi vogliamo dare voce ai giovani”.

L’iniziativa e’ stata presentata ieri in occasione del tradizionale appuntamento organizzato a Roma da Diregiovani e dall’Agenzia di stampa Dire, ‘La creativita’ fa scuola’, per valorizzare il lavoro quotidiano di studenti, docenti e dirigenti scolastici. “Abbiamo scelto le scuole- conclude il direttore dell’IdO- perche’ ormai rappresentano l’unico luogo dove i ragazzi stanno veramente, e dove ci sono degli adulti che si occupano di loro. Qui possiamo trovare un punto di incontro”. La piattaforma ‘La scuola fa notizia’ e’ ottimizzata e compatibile per tutti i dispositivi mobili.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.