RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Hyperloop: cos’è e come potrebbe rivoluzionare il trasporto

Più informazioni su

Introduzione

Con la consueta installazione di trasporto in gran parte dei luoghi che si presenta sempre più inadatta rispetto al celere sviluppo urbano, in tanti stanno osservando nuove alternative decisamente avanzate per trovare una soluzione alla problematica in questione.

Una di queste è certamente il “CEO” di “SpaceX” e il famoso impresario tecnologico “Elon Musk” pensa di avere il rimedio idoneo per i tipi di problemi inerenti il trasporto mondiale, attraverso un mezzo per trasportare ad alta velocità evitando di inquinare. Ciò è possibile grazie all’utilizzo dell’energia “solare” che consente appunto di render l’uso non nocivo per l’ambiente.

Questo metodo è stato denominato “Hyperloop” e una volta messo in pratica dovrebbe rappresentare un grande supporto per risolvere le problematiche presenti nel settore dei trasporti. In seguito quindi si parlerà proprio della tecnologia “Hyperloop” in maniera più approfondita e in che modo vuole mutare il nostro modo di viaggiare.

Che cos’è “Hyperloop” e in cosa si basa il suo modo di funzionare

“Hyperloop” è un’avveniristica piattaforma di “trasporto a valvole” decisamente celere che nel suo attuale “avatar” è stata presentata inizialmente nel “2012 da Musk” come la “quinta” modalità di trasporto.

Questo programma però circolava già da più di un secolo, ma non è mai stato perfezionato in maniera corretta. Ciò a causa di varie limitazioni a livello tecnico. Di conseguenza tale piattaforma si trova ancora a un tipo di livello prettamente teorico, ma è stata largamente accettata come l’avvenire per quanto concerne il mondo dei “trasporti”.

Se tutto proseguirà secondo i progetti, vari professionisti competenti reputano che alla fine potrebbe costituire un enorme cambiamento per quanto riguarda il modo di viaggiare.

Il criterio di “trasporto Hyperloop” comprenderà “pod” o capsule costituite da “alluminio aerodinamico” che percorreranno il viaggio ad altissima velocità internamente a un tunnel chiuso a bassa “pressione”.

Inoltre per cercare di diminuire il contrasto e aumentar maggiormente la velocità non avranno alcun tipo di contatto con le tracce in qualunque circostanza, differentemente dalle solite modalità di “trasporto”.

Contrariamente ondeggeranno sopra i binari usando la tecnica di “levitazione” magnetica oppure i “cuscinetti” d’aria guidati da un genere di motore a “induzione” lineare e compressori “d’aria”.

Da chi è stato ideato “Hyperloop” e quanto rapidamente può andare

“Elon Musk” ha attirato l’interesse di tutti a livello globale sulla concezione di poter viaggiare ad alta velocità tramite l’utilizzo delle valvole a “vuoto”, spiegandola per la prima volta durante un’orazione californiana nel “2012” e poi ripresentando un “whitepaper” sul tema in questione l’anno seguente.

Il progetto è risultato non protetto da “copyright” nell’anno “2013” e nel “2018 SpaceX” ha pure predisposto un concorso di “design” appunto per “pod Hyperloop” a cui han presenziato tantissimi studenti universitari di tutto il mondo.

Di questi ben “27” gruppi son stati scelti e hanno avuto quindi l’opportunità di provare i loro propositi sulla zona di prova “SpaceX Hyperloop” nel “2016”. La competizione è stata vinta da una squadra americana.

L’utilizzo di tunnel “sottovuoto” e di metodologie inerenti la “levitazione magnetica” comporta conseguentemente che si prospetta che le capsule svolgano una resistenza estremamente limitata sia dall’aria sia per quanto riguarda il terreno inferiore.

Questo permetterà loro di ottenere una rapidità eccezionale di approssimativamente “1.000 Km/h”. Così facendo ne consegue che i percorsi ovviamente saranno molto meno duraturi e di conseguenza si giungerà prima del solito a destinazione.

Per quale motivo abbiamo necessità di “Hyperloop”

Lo spostamento usuale tramite i mezzi di trasporto è fiacco, caro e scarso.Oltre questo è pure una grande fonte inquinante per l’ambiente. Difatti il tipo di combustibile che viene adoperato per il “trasporto” ordinario contribuisce ampiamente a rilasciare “gas serra” come per esempio il “biossido di carbonio” e coadiuva per quanto concerne il riscaldamento “globale”.

Inoltre espelle pure degli elementi notevolmente dannosi che sono stati accusati dagli studiosi di esser la causa dell’accrescimento di casi di “tumore” ai polmoni e di ulteriori malattie gravi sia tra le persone che tra gli “animali”.

Ancor più quindi abbiamo bisogno di “Hyperloop” che risulta esser sicuramente molto economico, ecologico e sorprendentemente rapido negli spostamenti. Ciò per merito dei pannelli “fotovoltaici” posizionati sul suo tetto e che usufruisce dell’energia solare.

Un sistema grandemente innovativo che ci permetterà di bloccare tutte quelle conseguenze decisamente dannose e pericolose descritte poc’anzi, ma pure di poter viaggiare in meno tempo.

Più informazioni su