RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Maker Faire Rome dal 12 al 14 ottobre alla Fiera di Roma

Più informazioni su

Maker Faire è il più conosciuto e straordinario spettacolo al mondo sull’innovazione, un evento per tutta la famiglia  ricco di invenzioni e creatività che celebra la cultura del “fai da te” nel settore tecnologico alla base del “movimento makers”.

È il luogo dove maker e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte.

MAKER FAIRE è nata nel 2006 nella zona di Bay Area di San Francisco come un progetto della rivista Make: magazine,  la “voce” del movimento maker. Da allora, è cresciuta in una grande rete mondiale di eventi.

Venerdì 12 Ottobre alle 10:30 alla Fiera di Roma – Ingresso Nord – Via Portuense 1645-1647 (Pad. 10 – Room1- Sala Alibrandi) si svolgerà l’opening event: Groundbreakers: Pioneers of the future, lo spettacolare evento d’apertura, condotto da Riccardo Luna, per fare il punto con quei maker che costruiscono il futuro ogni giorno unendo ingegno e passione. Groundbreakers, pioneri, apripista: sono coloro che lavorano nel presente con ciò che costituirà la nostra normalità di domani.

Quest’anno sul palco abbiamo chiamato all’appello due generazioni di pionieri, che ci parleranno di viaggi spaziali, di robotica per la salute umana, di intelligenza artificiale ed arte, di nuove frontiere dell’industria e del mondo maker, per concludere con un’ampia parte dedicata all’economia circolare.

Per partecipare è necessario effettuare le registrazione a questo link  http://ow.ly/E6T530m2A8n

A Maker Faire Roma  si potrà trovare l’Esposizione progetti di Industria 4.0 & Manifattura Digitale con Talk, corsi e workshop sul tema. Una mostra dedicata a Robotica e Intelligenza Artificiale. Progetti dall’Italia – che è fortissima sulla robotica – e dall’estero con Talk, workshop e corsi sul tema. Una mostra sull’esplorazione dello spazio con reperti e manufatti e progetti maker dedicati, con la presenza di Don Eyles, software engineering del programma Apollo e David Baker, editor di Spaceflight, dalla British Interplanetary Society: assolute autorità in materia! Una mostra dedicata al Made In Italy e al design italiano, in collaborazione con ADI, incontri e talk con designer di fama internazionale. Un’area dedicata all’Economia Circolare: riciclo, sostenibilità, buone pratiche, progetti maker, workshop e speaker di altissimo livello sui temi del “ciclo virtuoso dei rifiuti”, in collaborazione con ENI. I temi sono quelli della produzione di energia attraverso i rifiuti, dell’impegno verso l’obiettivo “plastica zero”, della salute dei mari e dell’impegno che ognuno di noi può spendere nella tutela dell’ambiente grazie ad alcune semplici abitudini.

Talk e laboratori per bambini sul tema. Attività molto divertenti, interattive, senza bisogno di prenotazione. Progetti maker e tecnologie avanzate dedicate alla salute e al benessere.

Saranno presenti anche i vincitori del contest “Make to Care”, organizzato in collaborazione con Sanofi Genzyme, che premia soluzioni innovative e tecnologiche in grado di rendere migliore la vita di pazienti affetti da malattie gravi o croniche, e di chi li assiste.  Sono molte anche le soluzioni per rendere più semplice la vita delle persone anziane, dalle soluzioni più semplici per la gestione delle attività quotidiane, a quelle più sofisticate per il monitoraggio della loro salute. Nell’Area Food Innovationci ci sarà la  presentazione di progetti maker e di tecnologie per la coltivazione, la conservazione, l’utilizzo del cib e l’abbattimento degli sprechi, oltre a workshop, showcooking, ospiti e keynote speaker in collaborazione con il Future Food Institute e Gambero Rosso

L’Area Kids & Education, tutta dedicata a bambini e ragazzi, offrirà attività di edutainment dedicate al coding, alla robotica, alle scienze oltre a laboratori e attività per bambini e ragazzi dai 4 ai 15 anni. La maggior parte, senza bisogno di prenotazione. Per gli altri, si effettua li in fiera allo stand.

Make In Africa riguarda invece i progetti selezionati da una call dedicata a maker e innovatori del continente africano, in collaborazione con Eni, e saranno svolti talk e workshop su come il movimento maker può aiutare la cooperazione

I progetti maker di scuole, università, centri di ricerca di eccellenza, italiani mostrano come i nostri studenti non abbiano niente da invidiare a quelli stranieri!

Il Programma, di seguito, illustra gli interventi che si susseguiranno dei vari makers.

“IoT, Industry 4.0 and Fabrication”

•          Massimo Banzi, curatore della Maker Faire Rome e founder di Arduino con l’intervento “Democratizing Industry 4.0”

•          Gabriele Braga, Director of Engineering Arrow

o          Emilia 4, l’auto che si è aggiudicata l’American Solar Challenge nella categoria Cruiser;

o          Limix con il progetto Talking heads (vincitore del contest “Make to Care” di Sanofi)

•          Francisco Gomez Paz, Compasso d’Oro 2011

 

“Life”

•          Cristina Cipriano, Independent Researcher – Binomica Labs con l’intervento “Makers vs scientists: clever instruments for complex challenges“

•          Sara Roversi, Future Food Institute, e Joseph Puglisi, Professore presso il Dipartimento di Biologia Strutturale dell’Università di Stanford/ Beyond Meat

 

“Making Apollo”

•          Don Eyles, l’ingegnere che scrisse il codice di atterraggio dell’Apollo

•          David Baker, Direttore di Space Flight

 

“Robotics 4 Health”

•          Bruno Siciliano, curatore dell’Area Robotica e Professore dell’Università Federico II di Napoli

•          Domenico Prattichizzo, Professore di Robotica e Haptics dell’Università di Siena, interverrà insieme ad Alessandro Bondi, protagonista del video “Sixth Finger”

•          Alberto Arezzo, Professore associato dell’Università di Torino presso il Dipartimento di Scienze chirurgiche e Presidente del board “International Society for Medical Innovation and Technology”

 

“Circular Economy”

•          Claudio Descalzi, Amministratore Delegato Eni

•          Daniele Moretti, giornalista di Sky TG24, che presenterà il documentario “Un mare da salvare – Lo stato dell’artico”, sviluppato con l’utilizzo di camere a 360˚.

•          Raffaele Imbò, videomaker

•          Gaudats Junk Band, band che suona con strumenti riciclati

 

“Artificial Intelligence”

•          Marco Gori, Professore di Computer Science dell’Università di Siena

•          Lorenzo Bruscio con Musi-co, AI generative music

•          A-MINT_Artificial_Musical_Intelligence, progetto creato con l’Università di Roma Tre, di Alex Braga, che duetterà con il pianista e compositore Francesco Tristano

L’ingresso alla Conferenza è gratuito ma non consente l’accesso alla zona espositiva di Maker Faire che sarà previsto dalle ore 14:00.

Per visitare  la manifestazione è possibile acquistare il biglietto di ingresso in anticipo qui: http://ow.ly/e1s030m2Ftd

 

 

 

Più informazioni su