RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Natale 2016, manuale di sopravvivenza

Più informazioni su

Il Natale 2016 si avvicina. Cenone, famiglia, amici e parenti. Un’occasione per stare tutti insieme. E’ sufficiente una grande tavolata, un panettone ed uno spumante.  Le luci di un albero di Natale che fanno da sfondo ad una delle scene familiari più sentite.

Natale 2016 manuale di sopravvivenza

Per i più fortunati c’è il calore del camino che accompagna queste giornate di festa. Una tazza di cioccolata calda, biscotti appena sfornati. I bambini esultano, si divertono, giocano intorno a quell’albero addobbato, curiosi di scartare i regali che Babbo Natale porterà loro la notte del 24 dicembre.

natale 2016

natale 2016

Se però vigilia e pranzo di Natale sono considerati due momenti per stare con i familiari e godersi le feste, più laboriosi risultano i preparativi. Supermercati, negozi, addobbi da comprare per illuminare il soggiorno, le camerette dei più piccoli, il balcone/giardino, sala da pranzo, cucina e perché no, anche la camera da bagno padronale, perché è importante per noi sentire il calore familiare anche lì.

Natale 2016 offerte

Andare in giro per supermercati è la fase più dura. Ora, come non mai, viviamo in una situazione economica dove il portafoglio fà da padrona. Ma nonostante questo, il Natale viene una volta l’anno e vogliamo fare sempre bella figura con quei parenti che non vedi da tanto, e che sono pronti a spettegolare se qualcosa non è di loro gradimento. Quindi, cerchiamo sempre il meglio. Il tortellino giusto, il salmone affumicato più costoso, le noci più ricercate, baccalà, calamari, e ovviamente un buon vino che accompagni il tutto. Insomma, i costi che subiamo sotto le festività natalizie ammontano a tutte le spese che abbiamo con fatica evitato durante l’anno. Ma a noi italiani piace così. Perché in fondo siamo legati alle nostre tradizioni che ci hanno accompagnato fin da bambini e che noi tramandiamo ai nostri figli.

E proprio per loro faremmo tutto. E allora via per i centri commerciali a scoprire cosa nostro/a figlio/a vorrebbe ricevere per Natale.  Come sempre scelgono regali impossibili ma i genitori hanno la risposta pronta, una risposta che conosciamo tutti molto bene e che abbiamo spesso sentito dire a noi proprio da bambini in questo periodo dell’anno: “Quando arriviamo a casa, scriviamo la letterina a Babbo Natale”. Una frase che tutti abbiamo odiato perché puntualmente arrivava un regalo non chiesto ma, in fin dei conti, eravamo contenti lo stesso.

Natale 2016 regali

Poi arriva il momento di cercare i regali per le proprie amiche. Quelle che conosci da una vita, quelle più strette, alle quali non puoi rinunciare. Ma cosa regali? Quel maglioncino ce l’ha già, quella marca la odia, cappello e sciarpa già regalato lo scorso anno. Insomma, un dilemma. Poi, l’intuizione giusta e vai subito alla cassa a pagare perché dopo due ore a cercare il regalo perfetto è tempo di passare a quello successivo e hai ancora tre amiche a cui non sai assolutamente cosa far trovare sotto l’albero.

Vogliamo parlare del regalo al fidanzato/a? Lì sono seri problemi. Mentre fare un regalo per la donna è sempre più semplice, cercare il regalo giusto per lui, diventa più complicato. Un profumo? Un maglione? Degli slip? Cominci a sudare. Ti guardi nervosamente intorno. Il negozio sembra avere solo capi che lui ha già. I capelli si spettinano, cominci ad innervosirti ma poi, arriva la gentile e sommessa commessa che ti dice: “Posso aiutarla?”. Quella frase è la fine, ma contieni il tuo nervosismo e rispondi: “Sì, grazie”. E dopo tanto girovagare per il negozio preferito del tuo lui, trovi finalmente il regalo giusto. Dopo cinque minuti, esci dal negozio con il regalo in mano, soddisfatta e compiaciuta perchè anche quest’anno ce l’hai fatta.

Cercare il regalo per i genitori è più semplice. Loro ti vogliono bene così. Per loro, e soprattutto per te, è il gesto che conta. Alla mamma fa piacere quel grembiule utile in cucina. Al papà va benissimo quel barattolo fatto artigianalmente con il suo cibo preferito che puntualmente sgranocchia e termina in una sola sera, tra tombolate e giochi di carte.

Arrivano così i giorni delle feste, stanca ma soddisfatta di quello sei riuscita a fare. Perché in fondo si sa, il bello del Natale è la famiglia. Non importa dove sei, cosa fai da mangiare, quali regali ti aspetti di comprare e di ricevere. L’importante è che ci sia Lei, la Tua Famiglia.

E allora… Buone Feste a tutti !!!

Silvia Roberto

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.