RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Pensiero del giorno – Fantascienza e Mistero

Più informazioni su

Dice Philip Dick: ‘La fantascienza è un genere sovversivo, adatta a chi vuole porre domande scomode’.

Ho passione per la fantascienza. Molte mie letture e la scrittura vertono su questo tema.

Che cosa sono altrimenti le favole se non fantascienza? Fiori che parlano, elfi e gnomi che interagiscono con gli umani, esseri dello spazio che arrivano sulla Terra, angeli che agiscono in nostro favore.

Tutto ciò può essere considerato folle nei riguardi dell’intelletto di uomini pragmatici e razionali.

Si chiamano ‘fiabe’ o ‘favole’ e contengono archetipi. Che sono i modelli fondanti della nostra civiltà, i simboli della nostra origine fisica e psichica.

Siamo fatti di terra, ma anche di pensiero e di cuore. Il pensiero è più veloce della luce e può toccare mondi passati e futuri senza limitazioni di spazio e di tempo. Il cuore è eterno.

Se consideriamo questa realtà possiamo concepire e accettare come tutto possa essere possibile, che tutto possa accadere.

La Fisica Quantistica, con il suo studio delle particelle elementari, con i suoi esperimenti, sta realizzando questa visione.

Eventualità sovversiva per quasi tutti.

Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo? Esistono civiltà diverse dalla nostra? Si può viaggiare più veloci della luce? Esistono le porte spazio-temporali? Gli universi paralleli?

Ecco. La fantascienza, come le favole, toccano questi argomenti. Danno il loro contributo alla ricerca di risposte alle Grandi Domande che, per i più, sono improbabili e scomode. Ma che potranno rappresentare, in un prossimo futuro, una realtà fantastica e meravigliosa.

Maria Rosaria Fortini

 

Più informazioni su