RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Pensiero del giorno – I cerchi nel grano

Più informazioni su

Il filosofo Jean Guitton in ‘Dio e Scienza’ ci dice che ‘L’Universo nasconde il segreto di un’eleganza astratta, un segreto per il quale la materialità è poca cosa’

Un’espressione tangibile di questo segreto sono i cerchi nel grano cioè quelle formazioni che appaiono misteriosamente in tutto il mondo nei campi di grano.

Il fenomeno è complesso. Sono molti gli elementi che lo compongono. A partire dal luogo dove appaiono fino alla scoperta delle BOL (Balls of Light) ossia dei globi luminosi sonori responsabili della loro costruzione.

I CropCircle, anche i più elaborati, sono formati in poco tempo, a volte in pochi minuti, in terreni coltivati accanto a zone dove un tempo sorgevano templi e costruzioni sacre come i cromlec, i dolmen, i menhir.

Si è scoperto che in queste zone scorrevano e scorrono corsi d’acqua sotterranei che favoriscono l’uso dell’energia del campo magnetico terrestre amplificandolo.

Un agricoltore del Wisconsin ha assistito all’evento della formazione di un pittogramma: ‘(Le luci) sono apparse all’improvviso, ma non s’è visto cosa abbia formato i disegni. Sembrava un lago agitato dal vento poi, all’improvviso, è apparso un buco nero. E’ opera di madre natura e di nessun altro.

Le BOL, ossia le intelligenze  misteriose che si avvalgono di questa energia amplificata (un buco nero simile a un lago) vogliono essere portatrici di un messaggio universale proveniente da un luogo che non ha né spazio né tempo: il multiverso.

Simbologie che ricordano la Geometria Sacra, la stessa insegnata nelle accademie platoniche dell’antica Grecia.

I disegni archetipici hanno grande risonanza con la nostra divinità interiore. Il loro scopo potrebbe essere quello di risvegliare la coscienza dell’umanità alla sua divinità e quello di riequilibrare le energie sbilanciate della Terra.

Maria Rosaria Fortini

 

Più informazioni su