RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Pensiero del giorno – La Montagna

Più informazioni su

I monti mi hanno sempre ispirato profondi pensieri di spiritualità.

L’aria rarefatta comprende particelle di altra natura e origine, vibranti e impalpabili e l’orizzonte sembra che si possa toccare con mano.

Quando, dopo una camminata, ci immergiamo nel silenzio, sembra di ascoltare le voci del divino perché il silenzio è pieno di significati. I prati, le cascate, i fiori, i frutti, contengono parole non dette, desideri inespressi.

Allora ci fermiamo a contemplare, a cercare di decifrare ciò che questa immensità nasconde. Se apriamo il nostro cuore, possiamo capire. Ci troviamo di fronte alla grandezza della creazione e tutto ci sembra possibile, a due passi dall’infinito.

Di fronte a quelle visioni, rimpiangiamo di non essere del tutto noi stessi, di aver dimenticato la semplicità, la gentilezza, la lungimiranza, la capacità di amare e la potenza dentro di noi che si riflette nella montagna.

E’ talmente grande questo potere che ne abbiamo paura, perché potrebbe farci del male.

Nonostante ciò, il rumore di un torrente richiama lo scorrere dei sensi della nostra anima, il sonaglio di una mucca è tutto ciò di cui abbiamo bisogno per disintossicarci dai veleni della città;una stella alpina ha la proprietà di commuoverci.

C’è una parte di noi che non conosciamo, che lasciamo esprimere soltanto in alcune circostanze; per esempio nella solitudine di un sentiero, nella contemplazione di un lago incastonato tra i picchi o accanto a un corso d’acqua trasparente e argentino.

Dimentichiamo che siamo natura nella natura, pensiero nel pensiero, meraviglia nella meraviglia.

Dovremmo portare sempre con noi, in un angolino della nostra anima, l’incanto di quelle visioni per riviverle e per ricordare chi siamo.

Maria Rosaria Fortini

 

Più informazioni su