RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Pensiero del giorno – Occidente e Terzo Mondo

Più informazioni su

Che senso ha l’Occidente? Che significato ha vivere in Occidente?

Mi vengono in mente i grandi imperi che, in ogni parte del mondo, si sono succeduti nei secoli.

Esisteva il palazzo imperiale dove risiedeva il regnante con tutta la sua corte e poi c’era il popolo, distante e sottomesso.

L’Occidente, inteso come realtà ad alto sviluppo tecnologico e sociale con tutti i suoi privilegi, rappresenta il palazzo imperiale e i paesi sottosviluppati rappresentano il popolo arretrato e sfruttato (i due terzi dell’intera popolazione).

Il più delle volte, l’Occidente si arroga il diritto di giudicare, di condannare, di invadere, il Terzo Mondo subisce, tranne quando le condizioni a cui l’Occidente l’ha portato sono talmenteintollerabili che il popolo si ribella e scende in piazza a rischio e pericolo dell’incolumità personale e di gravi restrizioni.

Nei nostri paesi industrializzati esistono benessere e privilegi ma non siamo immuni da disagi e alienazione. Non di rado, soffriamo di depressione e senso di solitudine, anche in luoghi molto popolati. Allora diventiamo succubi di programmi di basso livello trasmessi dalla Tv, degli apparecchi elettronici e dei cellulari. Spesso, non abbiamo abbastanza forza morale per trovare il nostro posto nel mondo.

Così ci stordiamo con l’alcol, con le droghe perché i valori e i principi morali non costituiscono più le fondamenta della vita.

Nella nostra ignavia, perdiamo di vista il senso di altruismo che è alla base della convivenza civile e della pace dello spirito. Ed è proprio dimenticando di essere un’unica umanità che nascono i problemi di infelicità e di solitudine che contraddistinguono la nostra epoca.

Maria Rosaria Fortini

 

Più informazioni su