RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Terremoto a Ischia: paura e black out

Più informazioni su

Terremoto: a Ischia paura e gente in strada per il sisma

Terremoto Ischia

Terremoto Ischia

Ultime notizie. Una donna anziana è morta a Casamicciola dopo essere stata colpita da calcinacci caduti dalla chiea di Santa Maria del Suffragio: si tratta della prima vittima accertata del terremoto che ha colpito Ischia. Lo riferiscono le forze dell’ordine.

E’ partita da Napoli su un traghetto una squadra dei Vigili del Fuoco con alcuni mezzi, che affiancherà i vigili operativi sull’isola. Sul profilo twitter i Vigili del fuoco parlano di alcuni crolli, edifici lesionati e cadute di cornicioni.

Paura e gente in strada a Ischia per una scossa di terremoto di magnitudo 3,6 che ha fatto tremare l’isola campana alle 20,57. Nella zona di Ischia Porto c’e’ stato anche un blackout elettrico.

Molti turisti e abitanti, spaventati, si sono riversati fuori da case, ristoranti e alberghi, poi la situazione e’ ritornata lentamente alla normalita’, hanno riferito fonti locali.

A Ischia si tramanda il ricordo del terremoto del 28 luglio 1883 di magnitudo 5,3 nella localita’ di Casamicciola che causo’ 2.300 morti.

I Vigili del Fuoco, che hanno ricevuto decine di chiamate, hanno avviato verifiche su eventuali danni per le quali sono state chiamate anche squadre di pompieri che erano impegnate nello spegnimento di incendi in altre zone della regione. Ci sarebbero stati dei piccoli crolli nella zona di Casamicciola e Barano.

Un boato e poi una scossa sussultoria: è quanto hanno avvertito turisti e abitanti di molti comuni dell’isola di Ischia intorno alle 21, quando si è verificata una scossa di magnitudo 3,6 con epicentro al largo di Punta Imperatore. A raccontarlo all’AGI è Gennaro Raucci, napoletano che ha una casa a Lacco Ameno e che in quel momento si trovava in un ristorante in località Fango.

“Abbiamo avvertito un forte boato, sembrava fosse esploso qualcosa a poca distanza da noi, e subito dopo il pavimento ha cominciato ad ondeggiare a lungo – racconta – con una scossa ancora piu’ intensa di quella che ho avvertito nel 1980. In contemporanea e’ andata via la luce. Nel ristorante eravamo tutti nel panico. Dopo esserci rifugiati sotto il tavolo, appena la scossa e’ terminata, abbiamo guadagnato l’uscita. Anche il ristoratore ci ha detto di andare via. Tornando a casa in auto ho potuto vedere alcune tettoie e porzioni di edifici crollati, ma nulla di grave. So pero’ che ci sono stati crolli importanti a Casamicciola”.

”Ho visto lesioni lungo una parete della struttura alberghiera che ci ospita. Al momento della scossa siamo fuggiti tutti in strada. Ho avuto tanta paura”. Così all’ANSA un professionista, A.P., in vacanza nell’isola d’Ischia, descrive quanto è avvenuto a Lacco Ameno poco prima delle 21. ”Mi stavo preparando per scendere – dice – quando si è avvertita la scossa, breve ma intensa. Siamo andati tutti in strada e ora mi accorgo di lesioni lungo alcuni muri della struttura”.

Intanto la Protezione Civile fa sapere che sull’isola d’Ischia sono in corso le verifiche su eventuali danni a persone o cose a seguito della scossa di magnitudo 3.6 registrata alle 20.57.51.

All’AGI la ricercatrice dell’Ingv del dipartimento Osservatorio vesuviano, Francesca Bianco, ha spiegato che la scossa è stata fortemente avvertita nell’isola ma è avvenuta in mare. “Stiamo facendo le necessarie verifiche per definire la localizzazione in maniera accurata”.

E’ scattato il piano di emergenza sanitario per i soccorsi alla popolazione di Ischia: lo riferisce la Protezione civile della Regione Campania. Gia’ disposta l’unita’ di crisi del Cardarelli per eventuali necessita’ di trasporto in eliambulanza. La Protezione civile conferma che parte dell’ospedale di Ischia e’ stato evacuato per verifiche strutturali. Sui luoghi interessati dai crolli sono al lavoro squadre di volontari della protezione civile regionale.

A seguito della scossa di terremoto che ha colpito Ischia, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha convocato il Comitato Operativo della Protezione Civile presso la sede del Dipartimento.

Un terremoto di magnitudo ML 3.6 è avvenuto nella zona: Ischia e costa Flegrea (Napoli), il

  • 21-08-2017 20:57:51 (UTC +02:00) ora italiana

con coordinate geografiche (lat, lon) 40.7113.84 ad una profondità di 10 km.

Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

 

 

Più informazioni su