RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Acea Roma batte Montepaschi Siena 77-76. FOTO

Più informazioni su

(Foto Antonio Alfieri) Acea Roma batte Montepaschi Siena 77-76 (22-25,21-19,16-17, 18-15). Roma: Mordente 3, Datome 8, Dedovic 14, Kakiouzis 8, Gordic 11, Maestranzi 6, Tucker 14, Varnado 5, Slokar 8. N.e. Tonolli, Marchetti, Pullazi. All. Calvani. Siena: Mc Calebb 15, Zizis, Andersen 15, Rakocevic 9, Carraretto, Thornton 8, Ress 6, Michelori, Lechthaler, Stonerook 6, Aradori 3, Moss 14. All. Pianigiani. Arbitri: Lamonica, Pozzana, Caiazza. Note – Tiri da tre punti: Roma 8/18, Siena 10/21. Tiri liberi: Roma 17/21, Siena 10/13. Rimbalzi: Roma 37, Siena 33. Usciti per 5 falli: Stonerook al 36’17«. Spettatori: 3325.

«Ma che siete venuti a fà». Il grido degli oltre 3.000 spettatori del PalaTiziano saluta l’uscita di campo dei campioni d’Italia della Montepaschi Siena. Per una serata, infatti, l’Invincibile Armata è quella a disposizione del tecnico Calvani: la sua Acea batte i toscani 77-76, infliggendo a Pianigiani la sesta sconfitta stagionale. Sin dalla prima frazione si sente profumo d’impresa e un PalaTiziano colmo come non mai è la cornice perfetta per realizzarla. L’antica rivalità con i senesi val bene una partita, anche se il campionato della squadra di casa non è stato finora esaltante. La cura Calvani, subentrato in corsa a Lardo, appare miracolosa: non potendo rimediare ai limiti tecnici della rosa, ha, per lo meno, ridato alla compagine romana la grinta e la fame di vittoria. Una grinta che l’Acea profonde sin dal primo minuto sorprendendo la Mens Sana, tanto che Pianigiani sul 13-9 è costretto a chiamare il time out per svegliare i suoi, troppo imprecisi nella conclusione e disattenti in difesa. Siena riesce quindi a chiudere avanti la prima frazione (22-25). Il secondo quarto ha un pò lo stesso copione del primo: Roma ci mette il cuore e gli ospiti sono costretti a contenere. L’approccio dei virtussini è buono e, nonostante i break ad intermittenza dei biancoverdi, non si lasciano intimorire e attaccano il canestro costringendo la squadra ospite a caricarsi di falli. La partita che ne esce è combattutissima. Roma passa a zona e Siena fa fatica ad attaccare. Alla pausa lunga però è ancora una volta la Montepaschi a chiudere in vantaggio (43-44). Al rientro degli spogliatoi Gordic e Varnado riportano avanti la Virtus sul 47-44. I romani sembrano poter tener testa ai senesi anche alla distanza, grazie alle triple di Tucker e ai canestri di Dedovic (14 punti per entrambi). Dall’altra parte, pensano Mc Calebb (15 punti), Andersen (15) e Moss (14) a tenere in partita i biancoverdi. E proprio quest’ultimo fa rifiatare i suoi piazzando un break di quattro punti che porta la MontePaschi sul 66-70. Siena prova a dilagare ma il PalaTiziano si trasforma in una bolgia e spinge Gordic che, da oltre la linea da tre, piazza il 75-73. Le emozioni tuttavia non finiscono e bisogna attendere l’ultimo giro di lancette per conoscere il vincitore. Datome segna entrambi i liberi e Roma torna avanti. Siena ha l’ultima palla, ma sbaglia. Al PAlaTiziano è festa Virtus.

[nggallery id=108]

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.