RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Roma 2011-Memor​ial Romano Scotti: conclusion​e in grande stile. Foto

Più informazioni su

L’anno 2011 del ciclocross nella Capitale si è chiuso oggi all’Ippodromo Capannelle con la seconda edizione di Roma 2011-Memorial Romano Scotti. Un evento reso possibile con la sinergia della Hippogroup Capannelle e il patrocinio di Roma Capitale che ha coinciso con la chiusura fino all’ultimo colpo di pedale del Giro d’Italia di Ciclocross, le emozioni regalate dagli esordienti e dagli allievi in occasione della Coppa Italia Giovanile per comitati regionali FCI e una carovana festosa di bambini che hanno dato vita alla gimkana promozionale pedalando a fianco dei grandi. C’è stata grande attesa per la gara di 60 minuti per élite ed under 23 che non vedevano l’ora di dare spettacolo sui prati delle Capannelle. Una situazione di massimo controllo nella prima mezz’ora di gara con una dozzina di atleti al comando e poi il tricolore in carica Marco Aurelio Fontana (Cannondale Factory Racing) ha atteso il quart’ultimo giro per dare una prima accellerata e saggiare la resistenza dei più immediati inseguitori. L’unico a non perdere le ruote in maniera coraggiosa è stato Cristian Cominelli (TX Active-Bianchi) ma un giro dopo Fontana è riuscito a fare la differenza in maniera decisiva prima della passerella trionfale sullo stesso scenario dove il 9 gennaio scorso aveva vinto il campionato italiano. Secondo posto per un generosissimo Cominelli mentre per il terzo gradino del podio la lotta si è fatta piuttosto interessante con Luca Damiani (Kenda Pro Cycling) incalzato dall’ottimo under 23 Elia Silvestri (Selle Italia Guerciotti Elite) galvanizzato dopo la vittoria serale del giorno prima oltre a Fabio Ursi (Centro Sportivo Esercito) e a Luca Braidot (Gruppo Sportivo Forestale) che pedalavano alle spalle di Cominelli. All’ottavo posto si è classificato Enrico Franzoi (Selle Italia Guerciotti Elite) che aveva già messo l’ipoteca alla maglia rosa nel corso delle tappe precedenti. Sulla falsariga delle emozioni regalate dalla batteria élite-under 23 è stata anche quella degli juniores di 40 minuti che ha visto un drappello ben assortito di nove pretendenti al successo finale: Federico Zurlo (Postumia 73 Dino Liviero), Francesco Pedante (Iron Metal Cicli Protek), Riccardo Redaelli (Team Dalla Bona Damiani Protek), Manuel Cucciniello (Selle Italia Guerciotti Elite), Luca De Nicola (Drake System-Nw Sport), Simone Velasco (Work Service Brenta), Nadir Colledani (Work Service Brenta), Gioele Bertolini (Selle Italia Guerciotti Elite) e Stefano Valdrighi (Selle Italia Guerciotti Elite). Dopo un inizio molto tattico tra i nove al comando, la svolta decisiva è arrivata dal tricolore Zurlo che ha avuto le forze di accellerare e avvantaggiarsi in vista del traguardo portandosi dietro la maglia rosa Bertolini e Pedante che si sono dovuti accontentare rispettivamente del secondo e terzo posto finale. In ambito femminile si è ripetuto lo scontro diretto di inizio gennaio tra la campionessa italiana in carica e maglia rosa del Giro Vania Rossi (Centro Sportivo Esercito) e l’ex tricolore Eva Lechner (Colnago Farbe Sudtirol) protagoniste di un marcamento serrato fino alla fine che ha poi visto prevalere nuovamente la Rossi sulla Lechner. A 43” si è confermata grande protagonista l’under 23 Valentina Scandolara (Libertas Scorzè) che ha conquistato il terzo posto assoluto e infine al quarto una sorprendente Alice Maria Arzuffi (Selle Italia Guerciotti Elite) leader tra le donne juniores. Di buon mattino la seconda giornata di Roma 2011-Memorial Romano Scotti si è aperta con la Coppa Italia Giovanile per esordienti/allievi. Nella prova esordienti secondo anno di 30 minuti, a tagliare per primo il traguardo è stato il rappresentante del Friuli “A” Davide Debellis che ha preceduto di pochi secondi la maglia rosa del Giro Davide Bassani (Veneto “A”) e Andrei Vlas (Melavì Tirano Bike). Alle loro spalle nonostante il buon avvio i due portacolori del Lazio con Diego Guglielmetti e il neo campione intersud Antonio Folcarelli che hanno chiuso rispettivamente in quarta e quinta posizione. Sulla stessa durata la Lombardia ha dettato legge per merito di Allegra Maria Arzuffi e la leader del Giro Chiara Pollicini davanti a Martina Guerrera (Mtb Increa Brugherio), Alessia Dal Magro (Veneto “A”) e Greta Marturano (SC Cadrezzate). Più combattuta e incerta la gara allievi di 30 minuti con il tricolore di inizio anno Manuel Todaro (Lombardia) che ha messo in fila gli avversari vincendo con una manciata di secondi davanti a Giorgio Rossi (TX Active Bianchi), Moreno Pellizzon (Friuli), la maglia rosa del Giron Giulio Franzolin (Veneto “A”) e Samuel Crespi (SC Cadrezzate). In campo femminile Chiara Teocchi (TX Active Bianchi) è risultata la migliore davanti a Rebecca Gariboldi (Lissone Mtb), Silvia De Piaz (Lombardia), Nicole Bortoluzzi (Friuli “A”) e Rachele Barbieri (Emilia). Per effetto delle vittorie e dei piazzamenti dei singoli atleti in rappresentanza dei comitati regionali FCI, la Coppa Italia Giovanile 2011-2012 è andata per il secondo anno di fila alla Lombardia che ha totalizzato 164 punti davanti al Veneto “A” (105). Friuli (102), Veneto “B” (66) e Lazio (41). Per quanto concerne il Giro d’Italia di Ciclocross 2011-2012 le maglie rosa finali sono state vestite da Enrico Franzoi (élite), Elia Silvestri (under 23), Vania Rossi (donne élite), Gioele Bertolini (juniores), Alice Maria Arzuffi (donne juniores), Giulio Franzolin (allievi), Chiara Teocchi (donne allieve), Michele Bassani (esordienti) e Silvia Pollicini (esordienti donne). Contemporaneamente alla gimkana dai G1 ai G5, si è svolta anche la batteria promozionale per i G6 sui 20 minuti che hanno visto trionfare Raffaele Lavieri (Loco Bikers) tra gli uomini e Valentina Iaccheri (Baby Team Iaccobike Sassuolo) tra le donne. Nella prima fascia (40 minuti: M4-M5-Mover-donne master) delle categorie amatoriali si è imposto l’M3 Davide Montanari (Max Team) che ha fatto meglio dell’M4 Gianni Panzarini (Drake System-Nw Sport) e Massimiliano Fraiegari (M4, Nuova Larianese). Per quanto concerne le restanti categorie si sono registrati i successi parziali ad opera dell’M5 vice campione italiano Armando Mattacchioni (Asd Impredil) e del master over Luciano Quintarelli (Drake System-Nw Sport). Tra le donne ancora a segno l’élite master woman Maria Adele Tuia (Drake System-Nw Sport) assieme alle master woman 1-2 Alessandra Signò (Bicitime Racing Team) e Sabrina Manco (GS Tugliese). Nel primo pomeriggio si è poi disputata la seconda fascia di 60 minuti per i master 1-2 e gli élite sport: gara fotocopia a quella notturna del giorno prima in cui l’M2 Massimo Folcarelli (Drake System-Nw Sport) ha dettato nuovamente legge ancora una volta su Carmine del Riccio (M1, Gruppo Sportivo Esercito) mentre la terza posizione assoluta è stata assegnata al termine di un continuo avvicendamento tra Fabrizio Trovarelli (élite sport, World Truck), Adriano Nepa (M1, Glm Team Nepa), Rocco Cavaliere (élite sport, Drake System-Nw Sport) e Milo Burzi (M1, Scott Pasquini-Stella Azzurra). Pienamente soddisfatto il comitato organizzatore dell’Asd Romano Scotti per l’ennesima riuscita di un evento che ha tutte le carte in regola per continuare a crescere e ben apprezzato anche da personalità illustri come il Presidente Federale Renato Di Rocco e il Delegato allo Sport di Roma Capitale On. Alessandro Cochi che non hanno fatto mancare la propria presenza nel corso della manifestazione.

[nggallery id=88]

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.