RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Acea: distribuzione energia elettrica Roma, un evento per celebrare i 12 anni della concessione

Più informazioni su

Energia, infrastrutture, mercato e innovazione. Sono solo alcune delle parole chiave emerse ieri al Centro Congressi Acea “La Fornace” di Roma, dove si è svolta una giornata interamentededicata alla “celebrazione” della firma, avvenuta il 2 maggio 2001, della Convenzione di concessione dell’attività di distribuzione elettrica. Convenzione che – ricordiamo – affidò ad Acea Distribuzione, fino al 31 dicembre 2030, il servizio di distribuzione  di energia elettrica nella Capitale e nel comune di Formello.

 

I protagonisti di quell’accordo, considerata un importante passo storico, l’allora presidente di Acea Distribuzione e attuale direttore generale di Federutility, Adolfo Spaziani, e l’allora direttore generale del Ministero dell’Industria e attuale sottosegretario all’Ambiente, Tullio Fanelli, hanno simbolicamente ri-firmato la Convenzione, alla presenza del sottosegretario allo Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti, del commissario dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, Alberto Biancardi,  del direttore generale di Acea Paolo Gallo, del direttore del Personale e Organizzazione, Paolo Zangrillo e dell’attuale presidente di Acea Distribuzione Francesco Sperandini.

Nel 2001, con la firma della concessione, Roma diventava una delle prime aree metropolitane italiane nella quale i soggetti (Acea e Enel) che avevano gestito separatamente il servizio di distribuzione di energia elettrica concludevano l’accordo per l’unificazione della rete – così come delineato dal Decreto Bersani – per razionalizzare e ottimizzare la gestione del servizio di distribuzione elettrica a Roma e Acea ne diventava, dunque , l’unico concessionario. Un atto decisivo, quello dell’acquisizione della rete Enel, che per il Gruppo Acea costituì il raggiungimento di un importante obiettivo legato a un più ampio progetto di sviluppo e di innovazione dell’intera rete capitolina.

Nel corso della mattinata i relatori – moderati dal giornalista Gionata Picchio della Staffetta Quotidiana – hanno incentrato i loro interventi sul futuro del servizio di distribuzione elettrica.  Il presidente di Acea DistribuzioneFrancesco Sperandiniha aperto i lavori sottolineando l’importanza storica della Convenzione siglata nel 2001 e citando, tra l’altro, “gli obblighi di Acea Distribuzione relativamente all’infrastruttura gestita: dalla conservazione della rete concessa all’ampliamento, con l’obbligo di connessione di chi richiede nuove utenze,  al miglioramento e all’evoluzione della rete”. “Si pensi – ha evidenziato Sperandini – nel recente passato ai contatori digitali e oggi alle smart grid”. Quindi le parole del sottosegretario del Ministero dello Sviluppo Economico Claudio De Vincenti che ha illustrato alcuni importanti aspetti legati all’attuale situazione del mercato e all’intervento pubblico nei settori di pubblica utilità.

A seguire, il sottosegretario Fanelli e Adolfo Spaziani che hanno approfondito il tema della concessione dell’attività di distribuzione di energia elettrica tra Ministero e Acea Distribuzione: da strumento di apertura del mercato a motore di innovazione e sviluppo. Spaziani, in particolare, si è soffermato su un tema di grande interesse: quello degli investimenti, elemento determinante per l’efficienza della rete.  Infine, uno spazio dedicato alle domande della platea e poi, a seguire, la conferma simbolica della firma della Convenzione avvenuta dodici anni or sono. A chiudere i  lavori il commissariodell’AeegAlberto Biancardi.

Nel corso dei lavori, ai quali hanno partecipato anche oltre 200 dipendenti di Acea Distribuzione, c’è stata anche la presentazione di un video dal titolo: “La Smart Grid di Acea Distribuzione – Simulazione di una manovra di intervento con la rete intelligente”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.