Quantcast

ANGI: l’indagine dell’Istat sulle aziende come strumento per una veloce ripresa. Racconto di Roberto Monducci

Più informazioni su

Nel video contributo dell’Istat per ANGI, Associazione Nazionale Giovani Innovatori, Roberto Monducci illustra l’aspetto innovativo delle indagini dell’Istat anche in un contesto internazionale.

Roberto Monducci

L’Istat ha inaugurato una nuova indagine per misurare rapidamente come l’emergenza sanitaria da Covid-19 ha investito il sistema delle imprese.

La rilevazione è finalizzata a raccogliere valutazioni da parte delle imprese soprattutto in relazione agli effetti economici, occupazionali e finanziari dell’emergenza, in modo tale da fornire ai cittadini, agli operatori economici e ai decisori politici evidenze statistiche su come le imprese italiane stanno gestendo questa difficile fase della storia del paese e sui principali problemi che stanno affrontando.

Gli esiti dell’indagine saranno di giovamento soprattutto alle imprese dei giovani innovatori perché li aiuteranno ad orientarsi e riposizionarsi nel nuovo mercato post crisi e soprattutto li aiuteranno a valutare l’impatto che hanno avuto le innovazioni nel campo digitale sul superamento della crisi.

Indubbiamente alcune aziende hanno reagito meglio a questa fase, e quindi costituiranno degli esempi virtuosi da fornire ai giovani imprenditori.

Lo studio e l’analisi di queste innovazioni servirà quindi, a definire delle best practices alle aziende entrate recentemente nel mercato.

ANGI, invita le aziende che verranno selezionate dall’Istat a partecipare a questa importante indagine che fornirà una fotografia dell’attuale panorama imprenditoriale italiano da parte dell’istituto statistico italiano che coordina progetti di ricerca anche internazionali e pubblicazioni istituzionali prevalentemente orientate all’analisi microeconomica della struttura produttiva.

Le stesse aziende potranno rispondere al questionario che è semplice e veloce (la compilazione richiederà massimo 15 minuti) ed è articolato in 4 sezioni: la prima è l’impatto della pandemia sulle attività dell’impresa fino al 4 maggio 2020, la seconda sezione consiste nelle iniziative di prevenzione e precauzione messe i atto per limitare il contagio e mettere in sicurezza il personale, la terza sezione riguarda gli effetti della pandemia sulla gestione e le politiche del personale e l’ultima sezione concerne l’impatto a breve-medio termine della crisi e le risposte dell’impresa.

L’indagine verrà ripetuta nei prossimi mesi in funzione dell’evolversi della situazione sanitaria ed economica. I dati inoltre saranno anonimi e forniti in forma aggregata, quindi sarà impossibile risalire all’azienda che ha risposto.

L’Istat, durante la situazione emergenziale ha risposto prontamente alle istituzioni e si è impegnata a definire la corretta comunicazione da dare al paese creando una pagina dedicata, per fornire informazioni in tempo reale sull’emergenza sanitaria, di cui di seguito si fornisce il link https://www.istat.it/it/archivio/239854.

Di seguito il link dell’indagine: https://www.istat.it/it/archivio/242643.

Più informazioni su