Atac presenta “Il tramsporto del tranviere” dalla biga romana ai nostri giorni

Più informazioni su

    Oggi, martedì 20 dicembre 2011, è stato presentato nella sede centrale di Atac spa il libro “ Il tram sporto del tranviere ” di Osvaldo Zannoni, responsabile dello storico deposito tranviario di Porta Maggiore e della rinnovata filorimessa di Montesacro.

    All’evento sono intervenuti il vice presidente di Atac, Antonio Galano; l’assessore mobilità e trasporti di Roma Capitale, Antonello Aurigemma; e il direttore generale di Atac, Antonio Cassano.

    Il libro racconta il trasporto pubblico romano, dalle origini ai nostri giorni , attraverso curiosità, notizie particolari e inedite, foto, stampe e cartoline d’epoca.

    La narrazione si snoda dalla fondazione dell’Urbe attraverso l’epoca romana, medievale, rinascimentale e moderna; fil rouge è sempre il trasporto, o meglio i “mezzi di trasporto” usati in città nel corso dei secoli, dal carro romano ai moderni tram da 33 metri .

    Il volume è impreziosito da mappe del trasporto romano e da cartoline d’epoca che hanno fotografato l’evoluzione urbanistica di Roma Capitale. Leggendo ci si accorge che, in effetti, noi cittadini moderni non abbiamo inventato nulla di nuovo : la ZTL, i permessi di circolazione, l’istituzione di un corpo di vigilanza sulla città, le concessioni per poter svolgere una linea di trasporto, le intemperanze dei guidatori, gli “abusivi”, la tassa di circolazione, la tassa di proprietà, le pene per i trasgressori alle norme di guida, sono fatti o fenomeni che esistono da secoli .

    Il libro è presentato nel 2011 perché questo è un anno particolare: sono ormai cento anni che l’Azienda Municipale, dal lontano 21 marzo del 1911, gestisce il trasporto pubblico di Roma . La seconda parte del libro, infatti, è dedicata alla vita di questa azienda che da AATM, con numerosi cambiamenti di nome, è divenuta l’attuale Atac.

    Nel volume ritroviamo stabilimenti, rimesse, depositi, sottostazioni elettriche, filorimesse e tutte le strutture che hanno visto l’operosità indiscussa del personale. Dai conducenti agli operai, dagli impiegati ai dirigenti, tutti coloro che lavorano e hanno lavorato in Atac, i cittadini ma anche gli amanti del trasporto pubblico, nel corso di questo lungo periodo possono trovare un ricordo, una foto o un momento della loro vita.

    Biografia dell’autore

    Osvaldo Zannoni nasce a San Lorenzo Nuovo, piccolo paese dell’Alto Lazio, nel 1949; insegnante di “Costruzioni elettroniche” nell’Istituto Tecnico Industriale, nel 1977 viene assunto in Atac come “capo tecnico di 1 classe, in prova al servizio materiale mobile”. In azienda svolge ancora la sua attività, ora come dirigente, responsabile del deposito tranviario di Porta Maggiore e della filorimessa di Montesacro.

    All’Università La Sapienza di Roma, si laurea prima in Sociologia Urbana e Rurale con la tesi “I problemi della mobilità intraurbana e la percezione degli operatori del trasporto pubblico a Roma” e successivamente diviene Dottore Magistrale con la laurea in Città, Ambiente, Turismo, Relazioni Interculturali, presso il Dipartimento di Sociologia e Scienze della Comunicazione, con la tesi “Mobilità urbana e grandi eventi a Roma. Le ripercussioni sul trasporto cittadino dei grandi eventi politici, religiosi, sociali.”

    Nel 2009 ha scritto il piccolo volume “120 anni dello Stabilimento Porta Maggiore”.

    Più informazioni su