Chang’e-5, è andato tutto bene, i campioni lunari sono arrivati

Più informazioni su

    Chang’e-5, è andato tutto bene, i campioni lunari sono arrivati –

    La capsula di rientro della missione Chang’e-5 dell’agenzia spaziale cinese Cnsa (Cnsa), con a bordo le rocce lunari prelevate da Mons Ruemker  – una regione nell’Oceano delle Tempeste (Oceanus Procellarum) – è atterrata con successo in piena notte a Siziwang Banner, nella Mongolia interna.

    Chang’e 5 è stata lanciata  il 23 novembre scorso a bordo di un razzo vettore Lunga Marcia 5, con l’obiettivo di prelevare 2 kg di rocce lunari.  Il 29 novembre, l’orbiter e il modulo lunare – quest’ultimo costituito da un lander e da un modulo di ascesa – si erano separati. Mentre il primo veicolo restava in orbita, il secondo iniziava la sua discesa verso la Luna, toccando il suolo il primo dicembre.

    Dopo due giorni terrestri sulla superficie lunare, durante i quali il trapano e il braccio escavatore del lander hanno prelevato campioni,  il 3 dicembre il solo veicolo di ascesa, nel quale nel frattempo erano stati trasferiti i campioni raccolti, ha iniziato la risalita per ricongiungersi con l’orbiter, il primo rendezvous in automatico nell’orbita lunare avvenuto il 5 dicembre.

    A questo punto i campioni, sigillati nella capsula, sono stati trasferiti dal veicolo di ascesa all’Orbiter, che ha iniziato le manovre di correzione della traiettoria per dirigersi verso la Terra.

    Successivamente,  a circa 5000 chilometri di altezza, l’orbiter ha lasciato cadere la capsula per il rientro e portare di nuovo dopo 44 anni dalla missione Luna 24 dell’ex Unione sovietica del 1976 e dopo  le missioni del programma Apollo , campioni lunari sulla Terra.

    Con questo successo la Cina diventa la terza nazione che è riuscita a portare sul nostro pianeta frammenti di Luna, portando a circa 384 i chilogrammi di rocce e polvere lunari recuperati nella storia dell’esplorazione spaziale.

    Una volta messa in sicurezza, la capsula verrà trasportata e consegnata a un laboratorio di Pechino per le analisi.

    Rita Lena

    Più informazioni su