RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Energia nucleare: l’atomo e la rinnovabile si scontrano

Più informazioni su

Energia Nucleare: fallisce la Toshiba/Westinghouse

Quando si parla di energia nucleare si fa riferimento a tutti quei fenomeni che garantiscono la produzione di un quantitativo di energia tramite trasformazioni dei nuclei atomici, dette appunto trasformazioni nucleari.

Tale forma di energia è stata nel corso degli anni più o meno usata da paese a paese ed è sempre al centro di innumerevoli discussioni dovute anche agli incidenti che si sono verificati nel corso della sua storia all’interno delle centrali, ricordiamo ad esempio il caso Cernobyl.

Ora però la Toshiba/Westinghouse, industria produttrice delle nuove centrali di ultima generazione (AP1000) negli Stati Uniti, ha deciso di dichiarare bancarotta. Questa decisione rende il futuro dell’energia  nucleare decisamente incerto, soprattutto per quanto riguarda i costi e le perdite collegate ai nuovi reattori in Georgia e Carolina del Sud.

Reattori in costruzione: perdite e ritardi

Ogni anno di ritardo nella costruzione di reattori già avviati produce delle perdite di denaro enormi: tra 1,5 e 2 milioni di dollari l’anno. I ritardi già accumulati  ammontano alla cifra di 6,2 miliardi di dollari, somma che ha messo decisamente in difficoltà il colosso giapponese Toshiba e che in parte ha fatto  crollare le sue azioni. La Toshiba dichiarando fallimento cercherà di distaccarsi dalla Westinghouse.

La cooperazione tra le due società ha portato alla costruzione di 111 reattori in tutto il mondo e entro il 2030 ne dovrebbero essere pronte altre 45, tuttavia data la situazione la cosa sembra altamente inbropabile.

Energia rinnovabile: un futuro sempre più certo

Questa vicenda conferma che il campo dell’energia nucleare non è affatto facile e che spesso chi vi investe è destinato a perdere somme esorbitanti. Sempre più società  si dirigono quindi, pian piano verso le fonti di energia rinnovabile, specialmente nei paesi europei. I costi industriali delle forme di energia pulita sono infatti in calo grazie a nuove strategie che ne potrebbero garantire un futuro di successo.

 

Più informazioni su