RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Euromoot 2019, da tutta Europa in Italia 5mila scout

Roma – Dal 27 luglio al 3 agosto si svolge l’Euromoot, un evento organizzato dall’Unione internazionale delle guide e scout d’Europa. Cinquemila giovani scout, di eta’ compresa tra i 17 e i 25 anni, provenienti da 20 nazioni europee, si sono ritrovati in Italia.

Quattro regioni da attraversare (Umbria, Abruzzo, Toscana e Lazio) e il Vaticano come ultima tappa, dove ad attenderli ci sara’ il Santo Padre, Papa Francesco. Divisi in gruppi, costituiti da circa 50-60 persone di almeno 2 0 3 nazionalita’ diverse, hanno camminato per almeno 5.000 km lungo itinerari storici che calcano le ombre di grandi europei come San Benedetto da Norcia o Santa Caterina Da Siena.

Per tutta la durata del cammino, i partecipanti hanno dormito in tenda, nel pieno rispetto della natura e dell’ambiente. “L’euromoot e’ la metafora, in pochi giorni, del metodo e dello stile scout” cosi’ esordisce Pietro Antonucci, capo del progetto, alla conferenza stampa organizzata per spiegare nel dettaglio ogni particolarita’ di questa esperienza.

“Io vorrei partire dal perche’- continua Antonucci- si tratta di un motivo sociale. Viviamo in una Europa molto contrastata, un ambiente che qualcuno definisce distonico, e noi in quanto scout non siamo bravi nel parlare ma piuttosto nell’agire. Ecco perche’ abbiamo voluto fortemente una attivita’ di questo tipo, noi vorremmo provare a fare l’Europa”. Ogni gruppo si e’ organizzato da solo, l’unica imposizione e’ stata quella di giungere nella giornata odierna presso 4 tappe stabilite, tutte nel Lazio (Soriano, Belmonte, Campo dell’odio e Fossanova), dove per ognuna sono attese almeno 1.200 persone.

Molto entusiasta di questo progetto anche l’assessore al Turismo e alle Pari opportunita’ della Regione Lazio, Lorenza Bonaccorsi: “Sono orgogliosa che abbiate potuto apprezzare e soprattutto raccontare paesaggi meravigliosi, il Lazio purtroppo non e’ ben conosciuto nel mondo ed e’ per questo che abbiamo estremo bisogno di esperienze e affermazioni di valori come i vostri- Continua l’assessore- Credo molto nelle parole della vice presidente dell’UIGSE-FSE Milisenta Miseviciute quando ha detto ‘There is not education without training’ non c’e’ educazione senza formazione. Credo che tutti insieme possiamo noi amministrazioni e voi giovani migliorare le cose. Mi auguro un lungo cammino insieme”.