RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Happy Days, addio ad Erin Moran

Più informazioni su

Si è spenta l’attrice  ERIN MORAN interprete di Joanie Cunningham, chiamata affettuosamente da Fonzie “Sottiletta”. L’attrice è morta all’età di 56 anni in condizioni di indigenza. In un primo momento si era pensato all’utilizzo di droghe ed alcol ma l’autopsia ha mostrato che era malata di cancro.

“L’autopsia ha rivelato che probabilmente la signora Moran è deceduta a causa delle complicanze di un cancro al quarto stadio. Sono stati effettuati gli esami tossicologici standard e i risultati sono attesi. In ogni caso, presso l’abitazione non sono stati rinvenuti narcotici illegali.”

“A joint investigation into Mrs. Moran’s death was conducted by the Harrison County Sheriff’s Department and the Harrison County Coroner’s office,” the statement reads. “A subsequent autopsy revealed that Mrs. Moran likely succumbed to complications of stage 4 cancer. Standard toxicology tests were performed and the results are pending however no illegal narcotics were found at the residence.” Come riporta la rivista Variety (variety.com/2017/tv/news/)

Come si legge sul sito del fan club di Happy Days  Erin Moran in una recente intervista diceva: “Ancor oggi vengo riconosciuta come Joanie e probabilmente succederà fino a quando “Happy days” verrà trasmesso in TV e apprezzato da tutti i fan. E’ e sarà sempre un piacere ed un onore per me essere riconosciuta come Joanie”. Fin da piccola Erin ha iniziato a lavorare nel mondo di Hollywood. Nata il 18 ottobre 1960 è la penultima di sei fratelli, due fratelli e due sorelle più vecchi di lei e un fratello più giovane. Ha frequentato una scuola privata cattolica per otto anni e poi è passata ad una scuola pubblica per i successivi quattro.

Ha partecipato anche ad altre serie tv come Una famiglia americana (1971), Tre nipoti e un maggiordomo (1966), Io e i miei tre figli (1960), Una moglie per papà (1969), Gunsmoke (1955),  La famiglia Smith (1971) e F.B.I. (1965). Anche se Erin Moran, il cui debutto era avvenuto in uno spot televisivo, è stata da sempre considerata un’attrice da piccolo schermo ha recitato anche in qualche film per il cinema: con Debbie Reynolds in Uffa papà quanto rompi (1968), con Godfrey Cambridge in L’uomo caffellatte (1970) e con Wayne Newton in 80 Steps to Jonah (1969).

La Moran era una bambina prodigio e all’età di 12 anni entra nel caste di Happy Days, serie tv iniziata il 15 gennaio del 1974 ed ambientata negli anni ‘50 e ‘60, con il ruolo di Joanie Cunningham. Il 1984 è l’ultimo anno della serie televisiva di Happy Days finisce così la trasmissione che l’aveva resa famosa ed amata da tutti. All’età di 24 anni si trova senza la trasmissione entro la quale era cresciuta.

Erin Moran

Erin Moran

Prenderà parte a diversi episodi in TV senza essere più la protagonista di una serie come nel caso di Happy Days, dove concluse la trasmissione da protagonista affermandosi e sostituendosi al ruolo del fratello Richie. Purtroppo, ancora una volta, la vita degli  enfant prodige dei serial TV non si rivela lieta e spensierata come nei ruoli interpretati sul set cinematografico.

C’è stato il cordoglio di tutti gli attori della famosa serie TV, come Henry Winkler alias Fonzie e Ron Howard alias Richie. Fonzie: “Oh Erin… ora finalmente avrai la pace che hai cercato invano su questa terra”. Anche il regista Ron Howard ha affidato a un tweet il suo messaggio di saluto: “Una notizia triste, triste. Riposa in pace Erin. Ti ricorderò sempre nel nostro show migliorando le scene, divertendoti e illuminando gli schermi TV”.

 Emiliano Salvatore

Più informazioni su