RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

IL 18 febbraio CONCERTO DI FINE PROGETTO: SPM DONNA OLIMPIA -ASL RM E – ASS.POLITICHE SOCIALI ROMA CAPITALE: I RICORDI, LE PERSONE

Più informazioni su

Martedi 18 Febbraio – ore 18.30 – PLANET ROMA – Via del Commercio 36

Ingresso gratuito

I Ricordi, Le Persone

Grande festa – concerto di chiusura del

progetto di musica e integrazione congiunto di

“Roma Capitale”, “Asl RME” e “Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia”

Martedi 18 febbraio presso il Planet Roma in via del Commercio 36 si conclude, con un grande festa concerto di oltre 50 musicisti, il nuovo percorso di musica integrata attivato dalla ASL RME U.O.C. Tutela Salute Mentale Riabilitazione Età Evolutiva e Disabili Adulti insieme alla Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia e promosso con il sostegno di Roma Capitale Assessorato Politiche Sociali, Sussidiarietà e Salute.

La performance musicale vedrà esibirsi sul palcoscenico i giovani diversamente abili della ASL RM E che, insieme agli operatori/Tutor e a musicisti professionisti, daranno vita a uno spettacolo dal carattere evocativo e singolare.

Il concerto è il punto di arrivo del progetto nato dal tentativo di esplorare la pratica musicale partendo dal soggetto per concludersi con l’esecuzione d’insieme costruita attraverso la rilettura, in chiave emotivo-relazionale, di alcuni brani classici della canzone italiana tra i quali “Il mio canto libero” di Lucio Battisti, “Il cielo” di Lucio Dalla, “Com’è buia la città” (brano scritto da Bill Withers, ma che verrà eseguito nella versione italiana di Caterina Caselli) e “Lu rusciu te lu mare” celebre canzone della tradizione salentina.

Partendo dai vissuti emotivi di tutti i partecipanti, legati ai ricordi che questi brani evocano, è stato costruito un repertorio che, tra coralità e ritmo, tocca i temi e i simboli che accomunano tutti i partecipanti. Un ponte di significato, quindi, tra la cultura italiana e i vissuti soggettivi, tra identità collettiva e ricordi individuali.

Il percorso, condotto settimanalmente da un’equipe formata da Paolo Pecorelli, coordinatore del progetto, dalla musicoterapeuta Silvia Sini e dalla psicopedagogista musicale Emanuela De Bellis (in collaborazione con l’Educatore coordinatore del progetto e i tutor dei giovani) ha coinvolto i partecipanti con l’uso del corpo e della vocalità, con l’ascolto attivo e la condivisione verbale, attraverso una metodologia esperenziale che si è snodata a partire dalle proposte dei giovani: le risorse individuali di ogni partecipante hanno permesso la realizzazione di un percorso ricco e artisticamente stimolante, per tutti coloro che ne hanno fatto parte.

Il concerto è inserito nella festa di metà anno della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia che vedrà alternarsi sui palchi del locale oltre 250 giovani musicisti fino a mezzanotte.

 

 

 

 

Più informazioni su