RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

IL GIRO D’ITALIA IN 80 LIBRERIE

Più informazioni su

securedownloadUna passeggiata in bicicletta, dalle Alpi fino al sud della penisola, per promuovere la passione e l’amore per i libri. Questo è l’obiettivo della prima edizione del Giro d’Italia in 80 librerie (per non parlar di scuole e biblioteche), una originale staffetta letteraria su due ruote lungo gli itinerari culturali e gastronomici del paese più bello del mondo, un’idea nata dall’associazione culturale Letteratura Rinnovabile con la collaborazione di tanti editori, librerie, scuole e biblioteche. I libri, come le bici, sono strumenti di libertà, ali per viaggiare, per muoversi, per scoprire. Il tentativo è rimettere in sella il libro, in un paese, l’Italia, dove le ricerche di settore ci consegnano l’amara realtà dove leggere un libro rimane un piacere sconosciuto ai più. Marco Zapparoli, uno degli editori di Marcos y Marcos e promotore dell’iniziativa, in un’intervista alla StampaTv, ha affermato “l’iniziativa è nata dalla nostra lunghissima esperienza e rapporto con le librerie italiane che dura ormai da trentatrè anni. Conoscendone tante e avendo organizzato in tutti questi anni decine se non centinaia di manifestazioni originali legate alla promozione della lettura, abbiamo pensato a un progetto un po’ più ambizioso di fare un vero e proprio giro d’Italia attraverso ottanta librerie. L’idea è quella di portare creatività, positività, allegria e inventiva all’interno delle librerie e delle biblioteche”.

Partito da Aosta, con prima tappa Ivrea, il Giro d’Italia in 80 librerie ha avuto come ospite speciale il fondatore delle guide Lonely Placet, Tony Wheeler, l’editore che ha rivoluzionato il modo di andare in giro per il mondo. Altri testimonial d’eccezione si alterneranno nelle 31 tappe previste, scrittori come Giuseppe Culicchia e Melania Mazzucco, artisti come David Riondino, e una ventina tra gli editori più attivi del settore. Tappa dopo tappa il viaggio continuerà lungo la via Francigena, e per duemila chilometri. Seguendo una rete di piste e di strade  si incontrerà soprattutto con librerie e biblioteche, eventi letterari e culturali, come il Salone del Libro di Torino l’8 maggio. La tappa romana di questa originale e un po’ folle staffetta letteraria su due ruote è prevista per sabato 21 giugno, in coincidenza con la manifestazione “Letti di notte”, la notte bianca del libro che unisce in una rete di creatività, editori, librerie, biblioteche e lettori. La manifestazione, sempre ideata da Letteratura Rinnovabile, ha visto nella scorsa edizione la partecipazione di oltre ventimila lettori.

Libro e bicicletta per promuovere la lettura, questa la scommessa del Giro d’Italia in 80 librerie, mettendo insieme due oggetti non così distanti come può sembrare. I buoni libri, come le buone bici, sono frutto di un lavoro artigianale accurato e meticoloso, di pazienza e attenzione ai dettagli e come impariamo a leggere così impariamo, più o meno alla stessa età, ad andare in bicicletta. Infine, sia i libri sia le bici sono sinonimi di libertà. Con la bici possiamo spostarci e coprire anche distanze piuttosto ampie, con i libri acquisiamo autonomia di pensiero e libertà.

 (Elena Martinelli)

Più informazioni su