RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Il primo britannico aveva occhi blu e pelle scura

Più informazioni su

Il primo britannico aveva occhi blu e pelle scura –

Lo hanno scoperto ricercatori del  London’s Natural History Museum e dell’University College London, dopo aver esaminato il suo Dna.

L’uomo di Cheddar, così veniva chiamato dal luogo di ritrovamento, Gola di Cheddar nell’Inghilterra sud occidentale, è stato, in realtà, ritrovato nel 1903 all’interno di una grotta, Gough’s Cave, ma solo ora è stato possibile estrarre il suo DNA ed analizzarlo utilizzando le tecnologie più moderne.

UOMO DI CHEDDAR

UOMO DI CHEDDAR

L’uomo di Cheddar ha 10mila anni e potrebbe essere uno dei primi abitanti dell’attuale Gran Bretagna. Secondo gli esperti, con le sue caratteristiche che sovvertono ogni aspettativa, potrebbe rappresentare quella che era, allora, la popolazione che occupava i territori dell’Europa: avevano pelle e capelli neri o scuri  ed occhi chiari, sia blu che verdi.

E’ verosimile che gli occhi chiari siano apparsi in Europa molto prima dei capelli biondi e della pelle chiara,  caratteristiche somatiche  che si sono  verificate  solo dopo l’avvento dell’ agricoltura .

Gli scienziati hanno estratto il Dna dal teschio dell’Uomo di Cheddar, nella zona dell’orecchio, e lo hanno analizzato  per ricostruirne le fattezze del volto.

Il risultato ottenuto – sono stati trovati anche le varianti genetiche associate al colore dei capelli, degli occhi e della pelle –  oltre a dare, in generale,  informazioni preziose sulla prima popolazione insediatasi in Gran Bretagna dopo l’ultima era glaciale, descrive un uomo giovanissimo, 20 anni, alto 1,65 centimetri, con capelli scuri, forse  ricci, ma anche con evidenti fratture sulla testa, fratture che, si pensa,  ne avrebbero provocato in modo violento la morte.

Rita Lena

Più informazioni su