Quantcast

Innovazione, Ferrieri (ANGI): “Digitale e sostenibilità priorità per il rilancio dell’ecosistema Paese”

Più informazioni su

    L’ANGI – Associazione Nazionale Giovani Innovatori sta lavorando da protagonista, come punto di riferimento dell’innovazione in Italia, sui dossier più importanti legati alla transizione ecologica e digitale in rappresentanza della società civile e delle giovani eccellenze. Testimonianze, progetti e linee guida presentate nelle ultime settimane sia sui territori, dalla Maker Faire allo Smau Milano dalla Terni Digital Week al Digital Italy Summit, sia alle istituzioni in tavoli tecnici e audizioni, tra cui l’ultima in ordine cronologico al Senato della Repubblica per l’innovation paper dedicato alle politiche sulla cybersicurezza con il gotha del settore.

    “Occorre un maggiore dialogo pubblico privato e una programmazione condivisa sull’allocazione delle risorse del piano nazionale di ripresa e resilienza – è l’appello del Presidente dell’ANGI, Gabriele Ferrieri (ForbesU30) – L’Italia è chiamata a ricoprire un ruolo centrale nel confronto sia sul piano internazionale che sugli investimenti per la crescita all’insegna della sostenibilità, in riferimento sia alla manifestazione di Roma del G20 che all’appuntamento di Glasgow sulla Cop26. Come ANGI abbiamo lavorato e stiamo portando avanti con dedizione il nostro impegno, attraverso il nostro Manifesto per la Next Generation, sui punti chiave in cui dare priorità per il rilancio economico e sociale volto a valorizzare le imprese, le startup e le eccellenze sui territori. Un percorso che necessariamente dovrà tenere conto delle istanze del mondo innovazione e startup.

    Nel frattempo, i dati macroeconomici evidenziano una maggiore fiducia delle riprese e il PIL in ripresa ma occorre fare di più. Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al testo della legge di bilancio con l’obiettivo di accompagnare la ripresa con tagli delle tasse e maggiori investimenti sullo sviluppo del Paese. I temi chiave restano diminuzione della pressione fiscale con conseguente riduzione delle imposte, incentivi a aziende e famiglie, sostegni alla transazione tecnologico digitale e alla salvaguardia dell’ambiente.

    Più informazioni su