RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La cucina d’autore e i suoi Masterchef celebrano la festa delle donne con il Menù “Woman Pride”

Più informazioni su

IL POLLI COOKING LAB CELEBRA LA FESTA DELLA DONNA CON IL MENU’ “WOMAN PRIDE”

In occasione della festa dedicata all’universo femminile del prossimo 8 marzo il Polli Cooking Lab, l’Osservatorio internazionale dell’omonima azienda toscana, ha chiesto allo chef stellato Rosanna Marziale di realizzare un menù esclusivamente dedicato al gentil sesso, i cui ingredienti esaltano le caratteristiche principali delle donne, apparentemente fragili all’esterno ma estremamente forti dentro.

La festa della donna ricorre l’8 marzo di ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui esse sono ancora fatte oggetto in molte parti del mondo. Una celebrazione che col passare degli anni ha acquisito sempre più importanza. Quest’anno, anche la cucina d’autore ed i suoi Masterchef vogliono rendere omaggio al gentilsesso. E il Polli Cooking Lab, l’Osservatorio internazionale dell’omonima azienda toscana, non poteva non celebrare un’occasione simile. Per questo ha deciso di chiedere allo chef stellato Rosanna Marziale, uno degli illustri chef della sua “scuderia”, di realizzare un menù esclusivo che attraverso i suoi sapori e le sue caratteristiche renda omaggio a tutte le donne d’Italia. Lo chef executive del ristorante “Le Colonne” di Caserta ha realizzato per l’occasione il menù “Woman Pride”, caratterizzato da piatti con ingredienti capaci di esaltare le peculiarità delle donne, spesso apparentemente fragili all’esterno ma estremamente forti dentro.

La prima volta della Festa della Donna fu nel 1909 negli Stati Uniti, quando, a seguito di alcuni congressi in Europa e in Russia, durante i quali prendevano piede delle alleanze femministe di carattere sociale, si decise di festeggiare il “Woman’s Day”. La festa della donna diventa una festa popolare, sociale e culturale anche in Italia dal 1922, ed il suo simbolo, la mimosa, ha un’origine politica: la Carta della Donna, stilata a Londra nel 1946 e inviata all’Onu in seguito ad alcune importanti decisioni sulla parità dei diritti tra sessi, aveva come simbolo una mimosa, pianta che fiorisce proprio nei primi giorni di marzo.

Per celebrare tutte le donne d’Italia Rosanna Marziale ha deciso di realizzare un menù esclusivo capace di interpretare l’universo femminile e rendere omaggio al gentilsesso:. il “Woman Pride”. “Per rendere omaggio all’altra metà del cielo – spiega lo chef stellato – abbiamo realizzato un menù molto particolare a base di pesce, composto da un primo di gnocchetti colorati in una zuppetta di scorfano con arance e mandarini. Gli gnocchi hanno sempre rappresentato un piatto molto casalingo, materno, e mi piaceva per questo motivo proporlo per la serata dedicata alle donne. Ho utilizzato un pesce “maschio” per farne il sugo, mettendo insieme prodotti di stagione come arance e mandarini. Come secondo, ho intenzione di realizzare un polpo alla griglia su dadolata di patate, sedano e carciofi. Un piatto in cui sono protagonisti ingredienti naturali e genuini, proprio come le donne”.

Arrivando al dolce, Rosanna Marziale si ispira a quello che è riconosciuto come il simbolo della festa dedicata alle donne. “Per dessert ho in mente di realizzare una mimosa alla nocciola con un bagno al cioccolato. La mimosa ricorda il fiore per eccellenza, che abbiamo riproposto in versione dolce. La nocciola insieme a questo bagno di cioccolato è un elemento molto forte, capace di dare un sapore forte e intenso alla mimosa, che a prima vista può sembrare un dolce delicato. La mimosa a tavola è un po’ il  simbolo della donna di oggi: all’apparenza delicata, fragile e sensibile all’esterno, esse possiedono dentro di sé una gran forza d’animo, che permette alla maggior parte di loro di avere successo nel lavoro e contemporaneamente portare avanti la famiglia e le faccende di casa. Un dolce dal sapore forte, che meglio esprime le capacità delle donne di oggi”.

Per omaggiare le donne, quindi, un menù leggero e naturale, originale e ricco di sapori genuini. Piatti le cui caratteristiche esaltano quelle che sono le peculiarità principali della donna di oggi: bella e all’apparenza fragile all’esterno, fortemente determinata e ricca all’interno. Un omaggio al gentil sesso, proveniente direttamente da una degli chef donna più celebri in Italia come Rosanna Marziale.

 

MENU’ WOMAN PRIDE

PRIMO: Gnocchetti colorati in una zuppetta di scorfano con arance e mandarini

INGREDIENTI PROCEDIMENTO
g. 320 gnocchetti colorati

1kg scorfano

2 spicchi aglio

2 pomodori maturi

Olio evo

200 ml Vino bianco

Pepe

Peperoncino

sale

g150 arance e mandarini

1 kg di scorfani freschissimi.

In olio d’oliva fate soffriggere 2 spicchi d’aglio e aggiungete poi 2 pomodori maturi tagliati a pezzi.

Lasciate insaporire poi unite il pesce. Giratelo 2-3 volte unite poi il vino che lascerete evaporare per metà. Condite con sale ,pepe peperoncino , aggiungete 2 litri d’acqua calda e a fuoco lento portare a cottura il pesce.

Toglietelo dal brodo nettatelo di testa , coda, pinne e lische riducetelo a piccoli pezzi e unitelo al brodo.

Spremete gli agrumi. Cucinate gli gnocchi e saltate in una padella capiente gli gnocchi con il brodo e la polpa di scorfano

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.