RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

La ‘grattachecca della Sora Maria’ tra i quiz dell’università ed è subito polemica

Più informazioni su

Questa volta il pomo della discordia è il gusto della «grattachecca di Sora Maria». Non si tratta di un battibecco scoppiato tra avventori del noto bar romano, ma di guerra aperta tra studenti (sostenuti da associazioni di consumatori e sindacati) e test di ammissione alle professioni sanitarie. Tra gli 80 quiz proposti ai candidati che hanno tentato l’ingresso ieri alla Sapienza (la prova è predisposta da ciascuna università) c’era anche uno che chiedeva quali fossero i gusti tipici della grattachecca offerta dal bar nei pressi del liceo Tacito di Roma. Un quesito, osserva l’Unione degli universitari, a cui i candidati arrivati da altre città non avrebbero potuto rispondere. Il sindacato degli studenti è pronto quindi a «fare ricorso». «È inammissibile – afferma il coordinatore nazionale dell’Udu, Michele Orezzi – che gli studenti debbano rispondere a domande di questo genere per entrare nel mondo universitario. Abbiamo sempre sostenuto l’inutilità di questo test sia come metodo di selezione degli studenti sia per la fallibilità dei quesiti in se». Non vogliamo «essere valutati all’ingresso – aggiunge – vogliamo un’università che ci giudichi in itinere. Ma questa volta non ci fermiamo: faremo ricorso». A segnalare la domanda insolita era stata un’e-mail giunta a Repubblica.it. Il rettore della Sapienza, Luigi Frati, oggi ha replicato dicendo che per rispondere al quiz occorre «saper ragionare e non conoscere i gusti della grattachecca» e ha sottolineato che tutti sanno cosa sia una granita. Il Codacons rimane comunque convinto che l’aver inserito questa domanda nei test sia «la prova del 9 che conferma la necessità di eliminare i test di ammissione» e Pietro De Leo, responsabile dell’Associazione Gioventù e Libertà, considera questo quesito una «beffa». I Link-Coordinamento nazionale universitario pensa che sia «inaccettabile, a differenza di quanto ha sottolineato il rettore Frati, che questo tipo di domande siano utili al fine di definire le capacità di un aspirante infermiere». Ma a risolvere l’arcano arriva la figlia di Sora Maria, Gabriella, che dice che «la vera ricetta di mia mamma è amarena, tamarindo, arancio, con pezzetti di cocco e limone». Nessuna di quelle proposte nel quiz.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RomaDailyNews, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.